Sakho rifiuta le controanalisi: squalifica lunga per il francese

Sakho rifiuta le controanalisi: squalifica lunga per il francese

sakho

Mamadou Sakho a rischio squalifica. Secondo quanto riporta il tabloid inglese “Mirror, il centrale del Liverpool avrebbe rifiutato le controanalisi venendo così allontanato dai campi di gioco per circa sei mesi. Nei giorni scorsi il difensore francese, di comune accordo con la società, ha deciso di sospendersi per palesare la sua buona fede. Il calciatore dei “Reds”, infatti, avrebbe usato un bruciatore di grassi per uso personale e per ridurre la propria massa muscolare: scelta azzardata, poiché non era a conoscenza della composizione chimica del prodotto stesso. Qualche giorno fa è uscito anche un comunicato ufficiale per fare chiarezza sulla vicenda: “Si comunica l’avvio di un’indagine circa una possibile violazione della regola anti-doping da parte di Sakho. Il calciatore risponderà alla UEFA sulla questione. Sakho non è attualmente soggetto ad alcuna sospensione. Tuttavia il club, di comune accordo col giocatore, ha deciso che mentre questo processo ha corso il calciatore non sarà disponibile per le prossime partite”.  Nelle prossime ore dovrebbe uscire un comunicato ufficiale del Liverpool che annuncerà la decisione di Sakho e della Federazione inglese. In questa stagione il centrale francese ha collezionato 22 presenze ed una rete con la maglia dei “Reds” in Premier League, oltre alle 10 presenze con un gol in Europa League. Se dovessero essere confermate le indiscrezioni che arrivano dall’Inghilterra, Sakho non potrebbe partecipare agli Europei: ancora una batosta per il ct Deschamps che deve già fare a meno di Karim Benzema. L’annuncio è arrivato dallo stesso attaccante del Real Madrid: “Purtroppo per me e per tutti coloro che mi hanno sempre sostenuto e supportato. Non sarò selezionato per il nostro Europeo in Francia…”. Poche parole di delusione per comunicare la sua assenza dalla manifestazione continentale dopo lo scandalo “sextape” nel quale era stato coinvolto nei mesi scorsi e il tentativo di ricatto nei confronti del compagno di nazionale Mathieu Valbuena. Dopo Benzema, ecco Sakho: la Francia inizia a perdere i pezzi prima degli Europei.