Barcellona, Bravo: “Non siamo macchine”

Barcellona, Bravo: “Non siamo macchine”

claudio-bravo

Claudio Bravo è l’estremo difensore da ‘campionato’ del Barcellona: Luis Enrique ha infatti fatto la singolare scelta di tenere un titolare per il campionato, lo stesso cileno, ed uno per la Champions League, il giovane tedesco Ter Stegen. Nella passata stagione la scelta si è rivelata vincente: triplete per il tecnico asturiano e tanti elogi da parte di tifosi e mass media. Questa stagione è stata invece più in chiaroscuro: Liga in bilico con l’assalto delle due squadre di Madrid, Champions League abbandonata anzitempo. Bravo, intervistato da Barça TV, ha voluto fare il punto della situazione dopo le due partite con una valanga di gol arrivate a seguito di un periodo duro: “Adesso stiamo meglio e siamo impazienti di giocare altre partite, abbiamo avuto delle battute d’arresto ed è suonato un allarme, ci siamo risollevati perché sappiamo quanto valiamo e quanto siamo forti come squadra”.

Una squadra dalle due facce, così come due sono i portieri titolari. Una vera e propria rivalità con Ter Stegen, minimizzata dall’estremo difensore cileno: “Noi dobbiamo sempre fare del nostro meglio: al Barcellona ci sono tre portieri con caratteristiche molto diverse fra loro ed il nostro allenatore può scegliere in base alle sue esigenze, io non entro mai nel merito delle questioni tecniche”, parole lapidarie e polemica stroncata sul nascere.

Chiusura dedicata alle critiche piovute addosso a Messi e compagni nell’ultimo periodo: “Spesso parlano di noi come se fossimo delle macchine, ma la realtà delle cose non è questa. Cerchiamo sempre di fare del nostro meglio, ma nessuna delle competizioni vinte recentemente è stata facile per noi”. Real Madrid ed Atletico Madrid saranno due ossi duri da affrontare per portare a casa quest’edizione della Liga spagnola: più agguerrite che mai le squadre madrilene sono ansiose di strappare il titolo di campioni dalle casacche dei rivali catalani.