El Shaarawy, futuro in giallorosso: “E’ stata la scelta giusta”

El Shaarawy, futuro in giallorosso: “E’ stata la scelta giusta”

Foto Alfredo Falcone - LaPresse 30/01/2016 Roma ( Italia) Sport Calcio Roma - Frosinone Campionato di Calcio Serie A Tim 2015 2016 - Stadio Olimpico di Roma Nella foto:el shaarawy Photo Alfredo Falcone - LaPresse 30/01/2016 Roma (Italy) Sport Soccer Roma - Frosinone Italian Football Championship League A Tim 2015 2016 - Olimpico Stadium of Roma In the pic:el shaarawy
Foto Alfredo Falcone – LaPresse 30/01/2016 Roma ( Italia) Sport Calcio Roma – Frosinone Campionato di Calcio Serie A Tim 2015 2016 – Stadio Olimpico di Roma Nella foto: El Shaarawy

Da quando è sbarcato nella capitale, sponda giallorossa, Stephan El Shaarawy è letteralmente rinato. Lasciatosi alle spalle i numerosi infortuni che ne hanno condizionato il rendimento nelle ultime stagioni, il faraone è tornato ad esprimersi su buoni livelli ed è tra i principali fautori della rimonta che ha portato la Roma a ridosso del secondo posto, attualmente occupato dal Napoli. E dire che la stagione 2015/2016 era iniziata nel peggiore dei modi: scaricato da Milan di Mihajlovic in estate, l’italo-egiziano era sbarcato al Monaco tra l’entusiasmo generale, ma lo scarso feeling con il tecnico Jardim aveva posto fine anticipatamente alla sua avventura nel principato. Feeling che l’ex rossonero sembra aver trovato eccome con Luciano Spalletti, che ne ha fatto uno dei perni del suo tridente “leggero” – insieme a Perotti e Salah – che ha più volte costretto in panchina il grande colpo di mercato estivo Dzeko ed il capitano Francesco Totti. El Shaarawy ha ripagato la fiducia del tecnico toscano mettendo a segno 6 reti e fornendo 2 assist in 13 partite di Serie A, e, come ha dichiarato lui stesso all’emittente radiofonica araba Alain, pare sia intenzionato a rimanere nella capitale anche per la prossima stagione.

“La Roma è stata la scelta giusta. E’ vero che quando mi hanno contattato non ero al meglio della condizione, ma il ds Sabatini ha svolto un ruolo importante nella chiusura della trattativa, dandomi piena fiducia. Con i tifosi poi sono stato fortunato. Al mio esordio in giallorosso, infatti, non solo ho fatto una buona gara ma ho anche segnato di tacco il goal della vittoria. Non avrei potuto desiderare un inizio migliore. Quando sono arrivato qui  conoscevo già sia Florenzi che De Rossi, avendoci giocato in Nazionale, e questo mi ha aiutato all’inizio per adattarmi. Poi ho avuto la possibilità di conoscere da vicino Francesco Totti: devo dire che è incredibile”.