Empoli, parla il ds Carli: “Giampaolo? Non so se rimarrà”

Empoli, parla il ds Carli: “Giampaolo? Non so se rimarrà”

giampaolo-empoli

In un campionato spesso accusato di livellamento verso il basso, realtà come quella di Empoli rappresentano sicuramente un vanto per tutto il movimento. Dal ritorno in Serie A infatti, il club toscano si è imposto all’attenzione generale come vera e propria fucina di talenti e di allenatori di alto livello. Nonostante il potere economico limitato, l’Empoli ha saputo per due anni di fila costruire una squadra competitiva e divertente, azzeccando anche la scelta della guida tecnica, da Sarri (che già c’era, eroe della promozione in A) a Giampaolo. Grandi meriti vanno ascritti anche al direttore sportivo Marcello Carli, che ai microfoni di tuttomercatoweb.com ha commentato la stagione in corso: “La nostra stagione credo si commenti da sola, eravamo salvi a 4 giornate dal termine con gli stessi punti dello scorso anno e nonostante il grande rinnovamento estivo i risultati sono stati ancora migliori”, prima di parlare delle prospettive future, in primis le sue: “Io a Empoli sto benissimo e potrei continuare qua per altri 20 anni. Nella vita non si sa mai cosa può succedere, ma io ora penso all’Empoli del futuro”.

IL FUTURO DI GIAMPAOLO – “L’abbiamo preso perché eravamo convinti delle qualità. C’era speranza che potesse far bene, fortunatamente il campo ci ha dato ragione. E’ stato bravo soprattutto all’inizio, è rimasto tranquillo e ha pensato solo ed esclusivamente al campo. Rinnovo? Ne parliamo quasi quotidianamente. A fine campionato ci siederemo e vedremo se i nostri piani saranno in linea con i suoi. Farlo 2 mesi fa non aveva senso e a questo punto aspetteremo la fine del campionato. Per fortuna siamo sempre stati in posizione tranquilla, ma se fossimo andati male avrebbe già firmato il rinnovo perché la nostra intenzione è quella di far lavorare tutti con tranquillità. Se sarà convinto del progetto andremo avanti insieme e rinnoveremo, anche se abbiamo già visto con Sarri lo scorso anno che i contratti servono a poco. Lui aveva due anni di contratto con noi ma a fine stagione non se la sentiva di continuare per ripartire da zero”.

CAPITOLO MERCATO – “I rinnovi di Maccarone e Croce? Con loro non ci sono problemi, saranno con noi anche in futuro. Perderemo due giocatori per fine prestito e se ne andranno almeno altri 2 o 3. Sarà un’estate calda per noi, serviranno tante grandi idee per arrivare alla terza salvezza consecutiva. L’unica certezza è che cercheremo di puntare quanto più possibile su giocatori di proprietà”.