Gaffe della pagina della Serie A e Hubner si arrabbia

Gaffe della pagina della Serie A e Hubner si arrabbia

Dario Hubner Brescia
Dario Hubner – Fonte profilo Twitter ufficiale Dario Hübner

Dario Hubner protagonista, suo malgrado, della condivisione di una storia inventata: una gaffe clamorosa della pagina Facebook della Serie A rischia di far arrabbiare l’ex attaccante.

Disavventura abbastanza singolare quella capitata oggi a Dario Hubner, ex attaccante di Piacenza e Brescia con il quale mesi fa abbiamo parlato di svariati argomenti in un’intervista. L’ex punta ha infatti minacciato di adire a vie legali contro la pagina Facebook ufficiale della Serie A, protagonista di una clamorosa gaffe.

I fatti: oggi Hubner compie gli anni e sui social, ovviamente, gli auguri si sono moltiplicati così come gli attestati di stima per un attaccante che in carriera avrebbe meritato traguardi di certo più importanti data la bravura. Così, anche la pagina Facebook della Serie A decide di fargli gli auguri condividendo un presunto aneddoto raccontato da Pirlo, suo ex compagno di squadra al Brescia, nella sua autobiografia. Peccato che questo episodio, riguardante un Hubner fumato e bevitore di Sambuca e caffè Borghetti, non sia in realtà mai avvenuto: si tratta infatti di una bufala creata ad hoc da un’altra pagina Facebook “specializzata” proprio nel creare storie verosimili ma ironiche sui calciatori. A livello social, però, chi gestiva in quel momento la pagina della Serie A sembra esserci cascato in pieno, condividendo con tanto di virgolettato e immagine celebrativa la bufala.

La storia è resa ancora più incredibile dal fatto che Hubner aveva commentato il post della pagina originaria spiegando che, in base a tali affermazioni non veritiere, avrebbe adito a vie legali per difendersi. Il tutto è avvenuto settimana scorsa e, dunque, nonostante quanto spiegato precedentemente, la pagina della Serie A ha riproposto la storia falsa proprio oggi in occasione del compleanno. Uno scivolone che l’ex giocatore potrebbe non aver assolutamente apprezzato e che ha fatto sicuramente guadagnare cattiva pubblicità allo spazio ufficiale Facebook del nostro campionato.