Tom Hanks: “Ho scommesso cento sterline sul Leicester”

Dario Marotta
28/04/2016

Tom Hanks: “Ho scommesso cento sterline sul Leicester”

hanks
foto tratta da socialup.it

 

Il Leicester è sempre più vicino alla conquista del suo primo titolo inglese. I sette punti di vantaggio sul Tottenham secondo in classifica, offrono ampie garanzie a Claudio Ranieri, l’allenatore del miracolo. Ad inizio stagione, nessuno accreditava le foxes tra le squadre in lizza per la conquista del campionato ma col passare delle giornate il sogno si è tramutato in realtà. Già domenica, a Manchester contro i red devils, il Leicester potrebbe festeggiare (con due turni di anticipo sulla chiusura della stagione agonistica) il suo primo storico trionfo. Celebreranno l’impresa calciatori, tecnico, società e ovviamente tifosi.

Festa doppia per coloro che ad inizio anno hanno pensato di puntare sulla vittoria del piccolo club inglese e che dunque, tra qualche giorno, potranno riscuotere cifre piuttosto considerevoli. I pochi fortunati si assicureranno vincite importanti, viste e considerate le quote altissime fissate ad inizio stagione dai bookmakers. Tra i pochi fortunati figura anche una stella del cinema mondiale, Tom Hanks, che ha confessato di aver puntato cento sterline sul Leicester campione d’Inghilterra: “Sapete cosa ho fatto a inizio stagione? Ho scommesso 100 sterline sul Leicester e credo che sia stata la mossa giusta. Dovreste rintracciare qualche tifoso locale che ha puntato 25 sterline sul proprio club e ora si appresta a diventare milionario”.

Le parole di Tom Hamks rimandano alla storia di Leigh Herbert, il tifoso che ad agosto ha puntato cinque sterline sul successo delle foxes e adesso si appesta ad incassarne venticinquemila: “Mi arriva un messaggio di un amico che mi racconta dell’ultima scommessa che ha fatto. E io penso: chissà a quanto è dato il Leicester campione?”, racconta a sky sport. Poi prosegue: “Allora decisi di provare, pur non avendo mai scommesso sul calcio ma solo sui cavalli. Ma Ranieri mi ispirava fiducia, mi piaceva sin dai tempi del Chelsea. E fu così che decisi di puntare cinque sterline. Adesso, con queste venticinquemila sterline, ci pagherei i miei debiti e quelli della mia ragazza, e darei l’acconto per comprarci una casa”.