Champions ed Europa League: il “rischio” di due finali spagnole

Champions ed Europa League: il “rischio” di due finali spagnole

atletico madrid vicente calderon

Il paradosso inizia dalla Liga, che è ancora apertissima, ma che vede in testa il Barcellona, una squadra che non contribuirà al possibile record del calcio spagnolo: le finali delle due competizioni europee con quattro squadre spagnole in campo.

Sia in Champions che in Europa League, sono alte le possibilità che questo si verifichi. Dopo lo 0-0 dell’andata a Manchester, il Real Madrid ha i favori del pronostico contro il City al “Bernabeu” e potrà contare su un Ronaldo in più. Nell’altra sfida, l’Atletico Madrid ha superato il Bayern per 1-0 e dovrà sudare per uscire indenne da Monaco di Baviera, ma le possibilità per la squadra del “cholo” Simeone sono comunque piuttosto alte. Il possibile derby di Madrid in finale non è un’utopia, ma non sarebbe neanche una novità, dato che solo due stagioni fa le due squadre si affrontarono nella finale di Lisbona con la vittoria del Real per 4-1 dopo i tempi supplementari che però sono arrivati solo grazie ad un gol di Sergio Ramos ad un minuto dalla fine. Se in Champions le prospettive di una finale tutta spagnola sono buone, in Europa League sono addirittura alte: il Siviglia ha pareggiato 2-2 con lo Shaktar Donetsk fuori casa e ha un piede nella finale di Basilea, dove cercherà di conquistare il terzo trofeo consecutivo. Dall’altra parte potrebbe trovarsi il Villareal, capace di superare il Liverpool per 1-0 al “Madrigal” grazie ad un gol allo scadere che ha un peso enorme nell’economia delle due sfide.

Tuttavia, nonostante siano anni che il calcio spagnolo domini in Europa, l’en-plein non l’aveva mai fatto, così come nessun’altra nazione in passato. D’altronde, il ranking europeo certifica quello che è un dominio netto della Spagna che comanda con quasi 25 punti sulla Germania, seconda in classifica e si permette il lusso di piazzare tre squadre fra le prime quattro nella classifica di club. Negli ultimi due anni, la Spagna si è portata a casa sia Champions che Europa League: Real (in finale con l’Atletico) e Siviglia nel 2014, ancora la squadra di Emery con il Barcellona nel 2015 monopolizzando così anche la Supercoppa Europa. Andando indietro nel tempo, troviamo altre due finali tutte spagnole: Atletico Madrid-Athletic Bilbao nel’Europa League del 2012 e Siviglia-Espanyol nella vecchia Coppa Uefa del 2007. Ma stavolta, sarebbe qualcosa di più, una doppia finale con quattro squadre tutte dello stesso paese: un unicum mai visto e forse destinato a ripetersi.