Allegri: ” Mi dispiacerebbe perdere Morata, spero resti “

Allegri: ” Mi dispiacerebbe perdere Morata, spero resti “

allegri-conferenza

Impossibile non parlare di Scudetto e dell’ultima partita di campionato della Juventus per Allegri, che appena arrivato in conferenza stampa ci tiene a fare i complimenti a tutta la squadra e la società: “E’ un bell’effetto, abbiamo fatto una grande rimonta. E’ molto difficile vincere 24 partite su 25, faccio i complimenti a tutti, alla società e agli otto giocatori della rosa che hanno vinto 5 scudetti di fila. Ci sono tre partite e dobbiamo restare concentrati, perché poi c’è la Coppa Italia”. Il campionato, però, non è finito e l’allenatore della Juventus non vuole che la squadra perda la concentrazione in vista della finale di Coppa Italia, ma ha fiducia nei suoi: “Il valore dei giocatori lo conosco. Chi giocherà domani mi deve dare la conferma che potrà giocare in coppa. Domani giocheranno Buffon, Bonucci, Rugani, Evra, Pogba, Alex Sandro, Zaza, Morata. Poi non vi dico più niente.”

Arrivano poi le domande sul calciomercato, in particolare su Andrè Gomes e Lemina, riscattato proprio nelle ultime ore dalla società bianconera. Riguardo al giovane francese il tecnico risponde: “E’ giovane e ha avuto problemi, ma quando è stato chiamato in causa ha sempre fatto bene. Abbiamo fatto bene ad acquistarlo”. Sul giocatore del Valencia invece si mostra più cauto: “Ci sono tanti buoni giocatori in Italia e fuori, la società si sta muovendo. Il mercato sarà strano perché c’è l’Europeo ma la squadra sarà sempre competitiva”. Un giocatore al quale Massimiliano allegri tiene molto è invece Alvaro Morata, che vorrebbe avere ancora in squadra: “Mi dispiacerebbe perderlo. L’anno scorso ha fatto benissimo. Quest’anno nell’ultimo periodo non molto ma sta tornando in forma, spero che resti alla Juve”.

Stiamo arrivando alla conclusione della seconda stagione in bianconero per Allegri, che a chi gli chiede quale sia stato il momento più alto, e quello più basso, sulla panchina juventina risponde: “Il punto più alto è la finale di Champions, il più basso l’inizio di questa stagione”. Infine, l’allenatore livornese ci tiene a mandare un “in bocca al lupo” alla formazione di Ranieri, che già domani potrebbe conquistare la Premier League: “In bocca al lupo a lui e alla sua squadra. Merita di vincere. Se lo vince non si sa quando lo rivincerà. Gli allenatori italiani sono i migliori”.