Vieni Avanti Crotone, promozione a costo zero

Claudio Cafarelli
30/04/2016

Vieni Avanti Crotone, promozione a costo zero

Crotone festa promozione fonte: Crotone Calcio pagina ufficiale Facebook
Crotone festa promozione fonte: Crotone Calcio pagina ufficiale Facebook

Crotone in serie A, una promozione a costo zero tra svincolati e giovani in prestito

“Può nascere un fiore nel nostro giardino…” urlano a squarciagola giocatori e tifosi del Crotone durante i festeggiamenti per la promozione in serie A. “A mano a mano” cantata da Rino Gaetano, crotonese doc, è la colonna sonora dell’impresa storica della squadra della città calabrese. Crotone è in serie A dopo 93 anni di storia ed è la terza compagine della regione ad approdare nell’Olimpo del calcio dopo Catanzaro e Reggina, un progetto a lungo termine che negli undici anni vissuti in cadetteria è riuscita ad offrire ai suoi tifosi calcio propositivo e a diventare una rampa di lancio per allenatori e giocatori. A cominciare da Ivan Juric, ex centrocampista dei rossoblù e ora artefice di questa cavalcata: “Vedevo tanta gente con le lacrime agli occhi sicuramente è la più grande emozione della mia vita sportiva. Non voglio parlare del mio futuro in questo momento, voglio solo condividere questa gioia con la mia società”.

Un’impresa storica nata grazie alla programmazione, alla dedizione e ad un lavoro serio e certosino, solo così può essere spiegato l’exploit dei calabresi. Un’impresa “a costo zero” perché la rosa affidata ad Ivan Juric, arrivato quest’estate dopo l’esperienza di Mantova, non è costata un centesimo alla società grazie al coraggio dei fratelli Vrenna ed alle intuizioni di Peppe Ursino, direttore sportivo dal 1995 e protagonista della scalata della squadra rossoblù dai campionati dilettantistici alla serie B. Svincolati e prestiti, il mercato del Crotone ha sfruttato minuziosamente ogni occasione interessante che si presentava e, senza fare follie, si è assicurata Martella, Barberis, Zampano, Dos Santos, Ferrari e Cordaz, tutti svincolati della scorsa stagione. A gennaio la ciliegina sulla torta con Raffaele Palladino, proveniente dal fallimento del Parma. Puntare sulla voglia di riscatto dei giocatori in una piazza che lascia lavorare con serenità, emblematico il caso del terzino/centrocampista sinistro Bruno Martella, svincolato dalla Samp dopo un anno di prestito al Pisa e protagonista quest’anno con tre gol e otto assist.

Ma Crotone è diventato negli anni anche il perfetto trampolino di lancio per alcuni dei giovani calciatori italiani più promettenti. Infatti all’Ezio Scida sono transitati tra gli altri Sansone, Pellè, Florenzi, Cataldi e Bernardeschi, talenti che hanno in comune gli anni di formazione in uno dei centri più importanti della Magna Grecia. Quest’anno le scommesse sono state Ricci, Capezzi, Balasa, Ferrari, Garcia Tena, Barberis, Salzano, Guy Yao, Ferrari e il redivivo Stoian, anche lui scuola Roma, che a Crotone sembra aver trovato la sua dimensione dopo aver rescisso il contratto con il Chievo Verona. Giovani pronti a sfruttare l’occasione giusta, a vivere accolti dal calore della città e ad attraversare quel passaggio ormai obbligato per convincere le big a puntare su di loro. Questo non è il caso del bomber Ante Budimir che probabilmente non conosceva il mare di Crotone quando quest’estate è arrivato in prestito gratuito dalla Germania e con un riscatto fissato ad un milione. Credeva in una tranquilla salvezza, questo era l’obiettivo della società. Dopo nove mesi è il pezzo pregiato quella squadra grazie ai 16 gol messi a segno in questa stagione.

Si vola in A e la società già ha pensato a pianificare il futuro. A gennaio il sopralluogo allo Scida con Andrea Abodi e una delegazione di B Futura che finanzia i progetti per ammodernare l’impianto: entro settembre tutte le curve verranno unite alle tribune con appositi spalti realizzati ex-novo, ci sarà una nuova area in tribuna coperta e verrà coperta anche l’altra gradinata. Inoltre verranno installati nuovi seggiolini e la capienza dell’impianto arriverà a 16.500 posti. L’Ezio Scida è pronto ad essere il fortino dei rossoblu anche contro le grandi del calcio italiano.

https://www.youtube.com/watch?v=RSs5aM1SFQ0