SHARE
Festa granata dopo la vittoria contro l'Inter - FOTO: Twitter Opta Paolo
Festa granata dopo la vittoria contro l'Inter - FOTO: Twitter Opta Paolo
Festa granata dopo la vittoria contro l’Inter – FOTO: Twitter Opta Paolo

Il Torino espugna il Friuli. Brutta sconfitta per l’Udinese che cade in casa 1-5: la squadra di Ventura gioca a viso aperto e porta a casa tre punti importanti per il morale. Il primo tempo finisce 0-2 grazie alle reti di Jansson e Acquah, ma i bianconeri non mollano e così Felipe ad inizio ripresa accorcia le distanze. Il Toro continua ad attaccare e, dopo appena tre minuti, arriva il terzo gol granata messo a segno da Martinez. I granata non si fermano e all’undicesimo del secondo tempo è Belotti a siglare il quarto gol, mentre a cinque minuti dalla fine l’attaccante venezuelano granata firma la sua doppietta personale fissando così il risultato sul definitivo 1-5. Sorride Ventura, mentre si complicano i piani di De Canio in ottica salvezza: il Carpi ora dista solamente tre punti.

Il tabellino di Udinese-Torino 1-5 

Udinese (3-5-2): Karnezis, Heurtaux, Danilo, Felipe, Edenilson (17′ st Hallfredsson), Badu, Kuzmanovic, Bruno Fernandes (30′ st Piris), Ali Adnan, Thereau, Matos (17′ st Perica). A disp.: Meret, Wague, Domizzi, Armero, Iniguez, Pasquale, Guilherme, Lodi, Balic. All.: De Canio

Torino (3-5-2): Padelli, Bovo, Jansson, Gaston Silva, Zappacosta (31′ st Molinaro), Benassi (27′ st Baselli), Vives, Acquah, Bruno Peres, Belotti, Martinez (40′ st Edera). A disp.: Castellazzi, Ichazo, Maksimovic, Glik, Gazzi, Farnerud, Maxi Lopez. All.: Ventura

Arbitro: Mariani

Reti: 12′ Jansson (T), 45′ Acquah (T), 2′ st Felipe (U), 5′ e 38′ st Martinez (T), 11′ st Belotti (T)

Ammoniti: Bovo, G. Silva (T), Heurtaux, Felipe (U)

Le dichiarazioni di Giampiero Ventura nel post-partita: “Abbiamo fatto una buona partita, giocando con grande correttezza. Loro avevano voglia di fare punti, noi di fare calcio. La gara dell’andata è stata l’inizio del rammarico, tante cose potevano essere diverse e tutto è partito dalla sfida con l’Udinese. Dovevamo dare l’immagine di una squadra che si diverte e può divertire giocando a calcio. L’Udinese, dopo i due gol di svantaggio, è andata in crisi: ci ha reso tutto più facile. Auguro comunque loro  di fare velocemente i punti salvezza. Abbiamo ’94, ’95 e pure dei ’97 oggi. Fa parte del discorso fatto più volte: programmazione è investimento nei giovani. Martinez lo abbiamo aspettato tanto e sta prendendo coscienza per emergere nel campionato italiano. Serve lavorare per migliorarsi e volerlo fare, oggi ha fatto un altro passo avanti. C’è chi impiega più tempo. Oggi 9/11 erano giovanissimi in campo, è la conferma che la strada intrapresa è quella giusta. La voglia è quella di riportare il Torino dove merita di stare, alle porte dell’Europa. O fai investimenti di denaro, o investi nel futuro: noi abbiamo scelto la seconda via: serve però tempo e pazienza”.

SHARE