SHARE

louis-van-gaal_2

Non è soddisfatto Louis Van Gaal, l’allenatore del Manchester United dopo l’1-1 di “Old Trafford” contro il Leicester capolista, e ce l’ha in particolare con il direttore di gara Michael Oliver, reo a giudizio del tecnico olandese, di aver preso delle decisioni sbagliate.

Un episodio in particolare ha fatto andare su tutte le furie l’ex commissario tecnico della nazionale olandese, ed è quello che ha visti protagonisti il difensore del Leicester Huth e il centrocampista dello United, Fellaini. Nell’area di rigore delle Foxes, i due giocatori sono venuti a stretto contatto e il difensore tedesco ha tirato i capelli ricci del belga, che non l’ha presa bene e ha reagito con una manata e una gomitata. In particolare, Van Gaal contesta il fatto che l’arbitro non abbia preso alcun provvedimento disciplinare e rivolgendosi al giornalista che lo stavo intervistando, dice: “Se qualcuno ti tirasse i capelli, tu cosa faresti? La reazione di Fellaini è giustificata, dato che è la reazione di ogni essere umano. Quello che andava sanzionato è Huth, dato che ha fatto qualcosa che è ammissibile solo in qualche pratica sessuale strana che io non conosco“.

La partita tra le due squadre è stata molto spigolosa e combattuta, tanto che l’arbitro ha dovuto estrarre tre cartellini gialli all’indirizzo di giocatori dei “Red Devils” e ha espulso il centrocampista del Leicester, Drinkwater per doppia ammonizione. Van Gaal si è detto deluso anche del risultato in generale, considerando che questo pareggio, allontana lo United dal quarto posto che vuol dire la Champions League, ora distante quattro punti quando mancano solo due giornate al termine della Premier League. Dall’altra parte, Ranieri si è detto soddisfatto dal punto che rimanda la festa scudetto del Leicester. Alle Foxes ora servirà solo un altro punto per festeggiare la storica conquista del titolo, ma i festeggiamento potrebbero iniziare già domani qualora il Tottenham non riuscisse ad espugnare “Stanford Bridge” nel derby contro il Chelsea.

SHARE