Milan-Frosinone, le formazioni ufficiali: Balotelli ancora dal 1′

Milan-Frosinone, le formazioni ufficiali: Balotelli ancora dal 1′

balotelli

Ecco le formazioni ufficiali di Milan-Frosinone, match di San Siro valevole per la 36/a giornata di Serie A 2015/2016

Milan-Frosinone, le formazioni ufficiali

MILAN (4-3-1-2): Donnarumma; Abate, Alex, A. Romagnoli, De Sciglio; Kucka, Montolivo,Josè Mauri; Honda; Bacca, Balotelli

FROSINONE (4-3-3): Bardi; M.Ciofani, Ajeti, Russo, Crivello; Sammarco, Paganini, Gori; Dionisi, D. Ciofani, Kragl

Milan-Fiorentina, le dichiarazioni dei due allenatori alla vigilia del match:

Brocchi: “Il primo pensiero è di trovare una squadra che ha la voglia di rivalsa come mi ha mostrato in allenamento in settimana, dove mi ha dato segnali positivi. Farei fatica a trovare 4-5 giocatori che non mi sono piaciuti da questo punto di vista. La speranza è che riescano a mettere in campo l’atteggiamento positivo visto in settimana, senza avere gli stessi problemi avuti in altre partite. Il perchè di quello che è successo è chiaro: nei momenti di difficoltà è una squadra che si disunisce e cerca con il valore del singolo di risolvere un problema, ma solo le squadre che ragionano da collettivo riescono ad uscirne. Non mi sta venendo la tentazione di cambiare modulo. Nel sistema di gioco che voglio portare ci vogliono degli equilibri, indipendentemente dal modulo. Tutti i grandi allenatori hanno difficoltà iniziali, io sto cercando di dare qualcosa di mio alla squadra e studiando calcio da 5 anni ho un’idea di calcio fortificata. Nella mia idea di calcio non voglio vedere una squadra che giochi solo in ripartenza, ma che si divertano a vedere la partita. Non è presunzione, è la mia idea di calcio. Se ce la farò non lo so, ma è una mia idea. Balotelli? Si è allenato molto bene e da quando sono arrivato mi ha sempre dimostrato voglia anche quando era squalificato. Mario deve pensare alla partita di domani e non al futuro. La speranza è che possa sbloccarsi. Senza il raggiungimento dell’Europa League sarebbe un fallimento collettivo, quindi anche mio”.

Stellone: “Dobbiamo essere bravi noi a portare la partita dalla parte nostra, andiamo lì per vincere ovviamente. Se siamo bravi a far scorrere i minuti e concedere poco al Milan secondo me la partita si incanala nel verso giusto. Se il Milan riesce per fortuna o per bravura ad andare in vantaggio potrebbe poi essere difficile per noi andare a fare risultato. Ci vuole anche quel pizzico di fortuna, non andiamo con il morale a mille ad affrontare questa partita ma andiamo li a giocarcela. Cercheremo di fare punti, la matematica ancora non ci condanna. Logicamente dopo conterà molto dai risultati che farà il Carpi e il Palermo. In un’annata c’è sempre rammarico per delle cose che si potevano fare di più o meglio ma mancano tre giornate e questa squadra ancora è in lotta. Certamente è difficile ma nulla è impossibile. Tutti però hanno dato il massimo”.