SHARE

zaza juventus

Nella festa della Juventus che ha battuto il Carpi allo “Stadium” scoppia la grana Zaza: l’attaccante lucano è entrato in campo dalla panchina e anche oggi ha timbrato il cartellino, confermando la sua ottima media gol in relazione ai minuti giocati.

Nel corso delle interviste postpartita, Zaza non ha nascosto la sua delusione per lo scarso impiego: “Sono contento per lo scudetto ovviamente, ma non lo sono a livello personale. Non ho rimpianti perché ho sempre dato il massimo quando sono stato chiamato in causa. Anche se Allegri dice che bisogna avere pazienza, credo di averne avuta fin troppa“. Zaza ha poi parlato della Coppa Italia, che vedrà la Juventus impegnata nella finale del 21 maggio: “E’ stata l’unica competizione dove sono stato protagonista e ho potuto dare il mio contributo. Anche per questo sarebbe doppiamente bello vincere”.

Le parole di Zaza non sono andate giù al tecnico bianconero Allegri, che ha replicato al proprio attaccante: “Se Zaza ha avuto molta pazienza, io ne ho avuta di più. Per stare in una grande squadra come la nostra bisogna essere competitivi. Ci sono momenti in cui si gioca di più e altri in cui si gioca di meno. E’ il primo anno in un top club e sa che in attacco ci sono grandi giocatori con cui bisogna competere”.

Oggi Zaza ha messo a segno la sua quinta rete in campionato, a cui vanno aggiunti due gol in Coppa Italia e una marcatura in Champions League. Quello che stupisce è che il numero di gol realizzati sia più alto delle partite disputate da titolare, che sono appena quattro. Fra questi, il più importante è sicuramente quello realizzato contro il Napoli, che è valso il sorpasso ai danni dei partenopei e la conquista della vetta da parte della Juventus. Una vetta, che non è poi stata più mollata, fino al termine del campionato, culminato con il quinto scudetto consecutivo per i bianconeri. Se c’è qualcosa che è sicura, è che un pezzo di scudetto bianconero è anche merito di Zaza.

 

SHARE