SHARE
Mario Balotelli. Fonte: Twitter @Cmdotcom
Mario Balotelli. Fonte: Twitter @Cmdotcom
Mario Balotelli. Fonte: Twitter @Cmdotcom

Tempi duri a casa Milan. Dopo la tempestosa riunione dei soci avvenuta in settimana, il campo non ha dato soddisfazioni al popolo rossonero costretto ad assistere all’ennesima prestazione scialba. Il pareggio contro il Frosinone ha estromesso temporaneamente il Milan dall’Europa, staccato dal Sassuolo di una lunghezza e con solo due partite ancora da disputare. Protagonista in negativo è stato Mario Balotelli che ha sbagliato un rigore ed ha colpito una traversa nel finale. Nel corso delle ultime giornate, e dall’arrivo di Brocchi in panchina, l’attaccante è sempre partito titolare, e tutto sommato, non ha neanche disputato prestazioni sottotono ma non è riuscito a fare quello che viene richiesto agli attaccanti: segnare. Non ci è riuscito neanche su calcio di rigore ieri contro il Frosinone (su 31 rigori calciati in carriera è riuscito a superare il portiere per ben 28 volte) e così la specialità della casa si è trasformata in un autentico boomerang. Ipnotizzato da Bardi l’ex attaccante del Manchester City ha provato a riscattare l’errore nei minuti finali del match, ma la sua azione personale è andata a sbattere sulla traversa. 

Nonostante l’errore, Adriano Galliani, amministratore delegato del Milan, a margine della presentazione del viaggio in Frecciarossa da Milano a Roma del trofeo della Coppa Italia ha parlato di Mario Balotelli ed ha esternato un episodio che vede come protagonista proprio l’attaccante Mario è cambiato e la prova sta nel fatto che ieri, dopo la fine della partita che lo ha visto sbagliare il rigore, mi ha telefonato e chiesto scusa per l’errore. E’ stato anche sfortunato, la traversa al 94′ lo testimonia”.

Galliani crede in un cambiamento del suo giocatore, nel frattempo pungolato dai giornalisti presenti non ha voluto rispondere alle domande sulla partita di ieri e non ha commentato le critiche ricevute dalla tifoseria rossonera durante la sfida contro il Frosinone.

SHARE