SHARE

Leicester

Per la prima volta nella sua storia il Leicester è campione d’Inghilterra. Dopo il pareggio del Tottenham in casa del Chelsea, le Foxes possono festeggiare matematicamente il titolo con due giornata d’anticipo, firmando la più grande sorpresa della storia dello sport inglese

 TUTTO VERO – Desiderato, sussurrato, sognato per un’intera stagione e adesso è tutto vero: il Leicester è campione d’Inghilterra. Un trionfo fantastico, una pagina indelebile di questo sport che verrà celebrata e ricordata per sempre. Chi non credeva più alle favole, specie nel calcio moderno, si è dovuto ricredere grazie alle Foxes e a Claudio Ranieri, più di ogni altro l’artefice di questo miracolo. A due giornate dal termine della Premier League, il Leicester è matematicamente campione in virtù del pari del Tottenham in casa del Chelsea, che tiene le Foxes a +7 sugli Spurs.

GLI EROI – Da Kasper Schmeichel, figlio d’arte che fino a pochi anni fa giocava in quarta divisione, al capitano Wes Morgan, colonna e simbolo della forza e del lavoro di questa squadra, fino alla coppia da sogno formato da Riyad Mahrez e Jamie Vardy, sconosciuti fino a pochi mesi fa e oggi tra i giocatori più amati e ambiti d’Europa.  Questi e tanti altri gli eroi di questa squadra, che ha fatto della compattezza e della capacità di soffrire la sua dote migliore. La rivincita più bella e più dolce per Claudio Ranieri, un allenatore che nella sua carriera aveva sempre sfiorato il titolo che però gli era sempre sfuggito, fino a raggiungerlo con la squadra quotato 5mila a 1 ad inizio stagione, gli “underdog” per eccellenza.

PRIMO TITOLO –In 131 anni di storia il Leicester vantava tre Coppe di Lega e sei vittorie in seconda divisione. Il miglior risultato di sempre nella massima serie inglese era, fino a questa stagione, il 2° posto del 1928/1929. Un anno fa di questi tempi le Foxes stavano cambiando marcia e, dopo essere stati a lungo ultimi in classifica, si guadagnavano la salvezza che ha permesso poi quest’annata da sogno.

SHARE