SHARE
Nike Lancia oggi la “What the Mercurial”, edizione limitata della scarpa da calcio che racchiude in sè i 18 anni di storia del modello più iconico di Nike, indossato da R9 passando per CR7 fino ai giovani campioni di oggi come Dybala e El Shaarawy.

Al suo debutto nel 1998 la Mercurial si è subito fatta notare per il suo design completamente innovativo, fortemente ispirato alle scarpe da pista, creata per dare massima velocità. D’altronde la parola stessa “mercurial” significa imprevedibile e i giocatori che sono stati muse ispiratrici di questa scarpa sono stati celebrati per il loro gioco scattante e veloce. La “What the Merc” esalta la natura costantemente mutevole della scarpa, sovvertendo ogni volta le aspettative sul design. Allo stesse tempo, illustra la ricca storia della scarpa mostrando 16 delle memorabili colorazioni in una volta sola.

Oltre a cambiare le regole sul campo, la scarpa porta avanti il tema narrativo del “What the” applicato al design. Nel 2007, Nike Skateboarding creò il primo iconico mash-up, la Nike SB “What the Dunk”. Poi Nike Basketball elevò il concetto, con la memorabile signature “What the Kobe” nel 2012.

“What the Mercurial” applica questo eclettico trattamento al calcio per la prima volta, creando una capsula del tempo della storia delle Mercurial.
4 loghi Mercurial solo miscelati per creare un logo sul tallone. Le scarpe destra e sinistra hanno lo stesso design composto da inserti di colorazioni del passato, mentre la soletta interna mostra gli elementi iconici delle Mercurial. In totale solo 18 i colori presi dalle precedenti Mercurial, uniti in un’unica Superfly – il maggior numero di colori mai usati in una scarpa da calcio.

Le “What the Mercurial” saranno contenute in un “What a Box” con un mash-up di colori all’interno. La “What the Bag” ha una combinazione di 4 loghi sul davanti a una timeline di storiche Mercurial sul retro.

3.000 paia  “What the Mercurial” saranno disponibili dal 5 maggio.

 

SHARE