SHARE
Cesare Prandelli, Ex CT Italia - Fonte Italia Twitter account ufficiale
Cesare Prandelli, Ex CT Italia - Fonte Italia Twitter account ufficiale
Cesare Prandelli, Ex CT Italia - Fonte Italia Twitter account ufficiale
Cesare Prandelli, Ex CT Italia – Fonte Italia Twitter account ufficiale

Ha voglia di tornare in campo Cesare Prandelli, fuori dal calcio giocato ormai dalla sua ultima esperienza in Turchia con il Galatasaray. L’allenatore a “La Politica nel Pallone” su Gr Parlamento ha parlato sia del campionato italiano che della nazionale, e non ha nascosto la sua voglia di tornare ad allenare. Prima dell’avventura in Turchia Prandelli guidava la Nazionale italiana, e proprio sulla panchina dell’Italia ha qualcosa da dire: “Quando leggo che molti allenatori avrebbero rifiutato la Nazionale, mi viene da dire che è una vergogna, non si può mai rinunciare a quella panchina”. L’allenatore di Orzinuovi però chiude ad un suo ritorno sulla panchina azzurra: “Tornare? Sono stato 4 anni alla guida dell’Italia, ho già dato e non sono proponibile”.

Un elogio particolare va ad Allegri e alla sua squadra, che secondo Prandelli hanno compiuto una vera e propria impresa. Il tecnico infatti applaude il collega, e si complimenta con la società juventina: “Abbiamo di fronte una squadra di grandissimi valori, non solo sportivi . Non si accontentano, vogliono migliorarsi sempre, hanno grandissima fame e voglia di rispettare la maglia. Le altre dovrebbero attrezzarsi velocemente altrimenti per un po’ di anni la Juve potrebbe avere vita facile. È stata brava a programmare il futuro. Allegri ha avuto bisogno di tempo ma è stato bravo a valorizzare tutti i giocatori a disposizione. E ha avuto il grandissimo supporto di Buffon, che dopo la sconfitta col Sassuolo ci ha messo la faccia. È una squadra fatta da giocatori che hanno cuore, carattere, che sono dentro un sistema che ha coinvolto tutti, ed è anche un messaggio che il calcio italiano dà a livello europeo”.

Sulla situazione del Milan, invece, Prandelli consiglia a Brocchi come comportarsi sulla panchina rossonera: “Brocchi deve andare avanti con le proprie idee. Ha le capacità per uscirne, deve essere bravo a gestire le emozioni”. A chi gli chiede se l’ex centrocampista della Lazio ha sbagliato ad accettare l’offerta di Berlusconi, l’allenatore lombardo risponde: “È un uomo Milan, non poteva dire no. Anche se hai delle perplessità, devi dire ‘obbedisco'”. Balotelli ha faticato molto in questa stagione, ma l’ex tecnico della Nazionale difende il suo pupillo: “Ha grandissime potenzialità ma dovete chiedere a lui quali sono le priorità e tocca a lui dare delle risposte, soprattutto sul campo”.

Infine non potevano mancare i complimenti al collega Claudio Ranieri, autore e protagonista della splendida cavalcata del Leicester in Inghilterra: “Rappresenta l’Italia, siamo più che orgogliosi di lui, è una promozione straordinaria per il calcio italiano. È una persona seria che non ha mai venduto fumo”.

SHARE