SHARE

Reja

L’allenatore dell’Atalanta Edy Reja, ex tecnico del Napoli, ha parlato ai microfoni di Premium Sport al termine del match del San Paolo, con i bergamaschi che ne sono usciti sconfitti con il risultato di 2-1. Queste le dichiarazioni dell’allenatore della Dea: “Abbiamo fatto bene nel primo tempo, ma abbiamo concretizzato poco. Un paio di occasioni le abbiamo avute, poi quando il Napoli mette le marce alte diventa difficile. Davanti hanno Higuain che ci ha già fregati all’andata, oggi ha dimostrato di nuovo il suo valore. Era difficile contenerli. Hamsik è diventato grande, è legato al club e alla città che gli ha dato tanto, ma anche lui ha dato tanto al Napoli. Si sta prendendo grandi soddisfazioni, è sempre voluto rimanere qui a Napoli. La squadra gli ha dato tanto e viceversa. Marino fu molto bravo a portarlo in Campania, era un ragazzino e subito ci accorgemmo che era un talento. E’ nato col pallone, ha dei tempi straordinari ed è straordinario nell’attacco degli spazi. O lo prendi subito sull’anticipo o non lo prendi. Ormai già sa, quando mi incontra si sfila da solo la maglia e me la dà“.

“Potevamo pareggiarla, Borriello ha avuto un’occasione di testa. Complimenti al Napoli perché è forte e spero che possa mantenere il secondo posto. Sul mio futuro non ci sono problemi, io ho sempre fatto contratti annuali. Poi sento dei nomi che girano, questa settimana ce n’erano addirittura sei. Poi il presidente mi ha confermato che ci vedremo a fine stagione per parlare. Voi giornalisti vi divertite, ma non è simpatico e rispettoso per chi è in panchina come me. Eravamo ancora in lotta salvezza fino a due settimane fa e certe cose non fanno bene. Su De Roon e Sportiello non so, sento tanti nomi, ma bisogna essere in due per chiudere le trattative. Il lavoro fatto in questa stagione è buono. Secondo me si poteva fare di più però, questa è una squadra da cinquanta punti. Purtroppo Denis è andato via, Pinilla si è fatto male e abbiamo avuto una carenza in avanti per un paio di mesi. Qui sembrava quasi scontata la salvezza, ma nel calcio nulla è scontato. Abbiamo avuto un po’ di paura in certi momenti, poi abbiamo fatto 11 punti in sei partite e ci siamo sistemati in classifica”.

In conferenza stampa Edy Reja parla anche dell’ex atalantino Grassi, ora al Napoli, oltre ad elogiare Sportiello e De Roon: “Grassi ha avuto una crescita straordinaria, dopo le prime gare ha preso consapevolezza. Sa attaccare gli spazi, si sovrappone sull’esterno, è pulito nelle giocate e sa riconquista bene palla. Poi è bravo di testa, le prende tutte. L’ho tenuto perché potevano darlo in prestito. Grassi è completo, ma ha 21 anni e bisogna aspettare. A Napoli se sbagli due parti sei già bruciato.Ha grandi prospettive, lo assicuro. Sportiello l’avete visto, è già maturo. E’ uno dei portieri di maggiore prospettiva. Era difficile confermarsi, ma l’ha fatto. De Roon è al primo anno in Italia e ha fatto bene. Non so se riusciremo a trattenerlo, ma prima devo vedere se resto io. A volte eccede nel temperamento, va sempre nel recupero palla, ma è da grande squadra”