SHARE

ronaldo

“In futuro, durante la mia carriera, mi aspetto di andare in certi posti, prima o poi. Non oggi, perché sto bene qui. Però sono certo che arriverà la possibilità di tornare all’Inter. Non è un sogno, è una situazione che mi immagino, come mi immaginavo di tornare all’Atletico di Madrid”. Le parole d’affetto verso i colori nerazzurri pronunciate da Diego Pablo Simeone qualche giorno fa alla vigilia del match con il Bayern Monaco, hanno tracciato il solco, trovando numerosi riscontri oggettivi e quella volontà dichiarata che potrebbe fare la differenza nel futuro avvento del Cholo sulla panchina dell’Inter, oggi occupata da Roberto Mancini.

Sulla questione, alimentando così le speranze e i sogni dei tifosi interisti, è intervenuto anche Ronaldo, l’ex Fenomeno, che ai microfoni di Premium Sport ha detto: “Credo che per Simeone all’Inter sia solo questione di tempo, anche se Mancini è ancora in sella. L’Inter ora ha bisogno solo di continuità di risultati, nei mesi di gennaio e febbraio i risultati sono stati scandalosi, cinque partite senza far punti, un andamento che ha condizionato tutta la stagione. Per vincere devi essere attento tutto l’anno”. Un’autentica stoccata al lavoro di Mancini, che ha migliorato l’ottavo posto dello scorso anno, senza riuscire a trovare la necessaria continuità di prestazioni e risultati, come testimoniato dalla decima sconfitta stagionale subita ieri all’Olimpico per mano della Lazio. Per il quinto anno consecutivo senza Champions League, il club del presidente Thohir, potrebbe essere costretto a rivedere ancora una volta i suoi piani e sacrificare alcuni dei suoi giocatori migliori in nome del Fair Play Finanziario.

Per aiutare l’Inter a tornare quella di un tempo, ci vorrebbero proprio le giocate del Fenomeno e forse l’amore di un presidente come Massimo Moratti, elogiato ancora una volta dall’ex fuoriclasse brasiliano. “Provo molto affetto per l’Inter ma non so in che modo potrei aiutarla. Il romanticismo di Moratti resterà sempre, i tifosi lo ricorderanno sempre con piacere come il piu’ grande simbolo di questa squadra”.

 

SHARE