SHARE

zanetti-inter-serie ati

La stagione dell’Inter, cominciata alla grande, si chiude ancora una volta al di sotto delle aspettative. Alla squadra di Mancini non è bastata la partenza a razzo: arrivata alla sosta natalizia in testa al gruppo, alla ripresa delle ostilità si è sciolta come neve al sole, subendo la rimonta delle inseguitrici e ritrovandosi a lottare – neanche fino alla fine – per il terzo posto, accontentandosi infine del quarto. I piani ad inizio stagione erano ben altri, la mancata qualificazione in Champions League inguaia non poco l’Inter e soprattutto condizionerà negativamente i movimenti di mercato in vista della prossima stagione. L’ex capitano Javier Zanetti, oggi vicepresidente, ha parlato alla cerimonia dei Gentleman Fair Play Awards della stagione corrente, ma anche del futuro societario. Su entrambe le squadre di Milano infatti, c’è l’interesse di gruppi cinesi, desiderosi di investire nel nostro calcio.

SULLA STAGIONE – “C’è un po’ di rammarico perché sono sicuro che questa squadra avremmo potuto lottare per il secondo posto, anche se quando si è in fase di ricostruzione i momenti di difficoltà possono starci. Abbiamo tanti giocatori giovani che un giorno capiranno cosa significa indossare la maglia dell’Inter. Contro la Lazio è arrivata una sconfitta meritata, c’è stata un’interpretazione scorretta della gara”.

SUL FUTURO DEL CLUB –  “Moratti ha fatto la storia del nostro club, ora c’è Thohir che sta facendo di tutto per farci ritornare alla vittoria. Il viaggio a Milano del Suning Commerce Group è per noi un onore, è un gruppo forte e serio ed ogni decisione sarà presa per il bene dell’Inter e non il contrario. In futuro avremo una squadra ancora più forte”.

LE PAROLE DI MIRANDA –  “All’evento era presente anche il difensore nerazzurro Miranda, che ha commentato così le voci riguardanti il suo ex allenatore Simeone: “Volevamo raggiungere il terzo posto, il prossimo anno non potremo fallire. Io sto bene e voglio restare, in estate giocherò sicuramente la Copa America mentre per l’Olimpiade valuteremo più avanti. Simeone? E’ un tecnico preparato ma noi ora abbiamo Mancini, spero che l’Atletico Madrid possa chiudere nel migliore dei modi la stagione”.

SHARE