SHARE
Jamie Vardy, Leicester - Fonte account Twitter Leicester City
Jamie Vardy, Leicester - Fonte account Twitter Leicester City
Jamie Vardy, Leicester - Fonte account Twitter Leicester City
Jamie Vardy, Leicester – Fonte account Twitter Leicester City

Quando i soldi non sono tutto. Della favola Leicester City, negli ultimi giorni, si è raccontato di tutto: dagli stipendi dei calciatori fino alle lacrime di Claudio Ranieri, passando per il fatturato societario. Oggi il quotidiano britannico Daily Mail svela l’ennesimo retroscena “umano” della formazione Campione della Premier League 2015/16: i Foxes non avranno diritto ad alcun bonus vittoria, se non quello relativo alla salvezza anticipata – circa 6,5 mln di £ da suddividere tra tutti i componenti della rosa -, ovvero l’essersi piazzata dal 12° posto in poi in classifica finale.

SALVEZZA, TITOLO E LAS VEGAS Del resto lo stesso Claudio Ranieri lo ha spiegato bene senza indugiare troppo a margine della vittoria del titolo: “Guardate, voglio essere onesto. Quando ho siglato il contratto la scorsa estate non avrei mai immaginato di finire la stagione in questo modo – e aggiunge il tecnico italiano – Per me due cose erano fantastiche allora: la prima era sentire da parte dei miei datori di lavoro la volontà di rimanere in Premier League per almeno i prossimi due anni; la seconda quella di puntare piano piano ai piani alti della classifica. Mi chiesero pure se sarei rimasto con loro se fossimo retrocessi, dissi di si“.

Ma non è tutto, anche perchè la vittoria del Leicester City è già leggenda, e come da tradizione bisogna festeggiare. Proprio a fronte della diatriba sui mancati bonus vittoria campionato, solitamente presenti e corposi nei contratti dei giocatori che sono soliti militare nei club di vertice, i proprietari dei Foxes hanno deciso di portare questa estate tutta la squadra a Las Vegas al fine di poter espletare al meglio tutte le celebrazioni del caso, per quello che si pensa sarà un party storico a cui nessuno vuole mancare.

Stefano Mastini