SHARE

vardy mahrez

I detrattori della definizione “miracolo Leicester“, sono soliti tirare in ballo la situazione finanziaria del club fresco vincitore della Premier League. Impossibile paragonare il Leicester ad un Sassuolo o ad un Chievo qualunque, poichè la forza economica del club britannico è nettamente superiore. Tutto vero, ma solamente in parte. Che il Leicester sia un club cui non manca la disponibilità economica è appurato, soprattutto grazie agli investimenti del proprietario Vichai Srivaddhanaprabha, miliardario thailandese grazie al quale il club fattura 140 milioni di euro l’anno, ipoteticamente nella top 5 se fosse in Serie A. Ma questa è una condizione comune a più o meno tutti i club della Premier League. Il confronto non va fatto tanto con squadre di pari livello in altri campionati, quanto con le altre formazioni che partecipano al massimo campionato inglese. Quello del Leicester è un miracolo sportivo a tutti gli effetti, perchè in Premier League ci si ritrova a competere con dei colossi spaventosi dal punto di vista economico, club in grado di muovere quantità di denaro che Ranieri&co. possono solamente immaginare. Il monte ingaggi del Leicester si aggira infatti intorno ai 60 milioni di euro annui ed è tra i più bassi del campionato, nonostante sia quasi raddoppiato rispetto alla scorsa stagione.
I “Paperoni” in casa Leicester sono Jamie Vardy – che ha rinnovato da poco – Jeffrey Schlupp e Christian Fuchs, che guadagnano quasi 5 milioni all’anno. Alle loro spalle due acquisti estivi: Okazaki, tra i giocatori chiave della squadra di Ranieri, e l’ex Napoli Gökhan Inler, entrambi con un contratto da poco più di 3,5 milioni all’anno. Il miglior giocatore della Premier League 2015/2016, Riyad Mahrez e la rivelazione Kantè sono fermi a quota 3,3, ma con ogni probabilità riceveranno un ritocco verso l’alto. Il capitano Wes Morgan guadagna poco meno di 2 milioni l’anno, lo stesso stipendio del veterano Andi King, l’uomo che ha vissuto tutta la cavalcata cominciata in Ligue One. Il meno pagato è il terzo portiere Ben Hamer, che guadagna poco meno di un milione a stagione.
E Ranieri? Il sor Claudio ha un contratto da un milione di euro a stagione, ma la vittoria del titolo gli vale un bonifico da 5 milioni. Davvero niente male.

SHARE