SHARE

vardy-ranieri-van basten

Le storie più incredibili che fanno da contorno al clamoroso titolo vinto dal Leicester, sono senza dubbio quelle del bomber Jamie Vardy e del manager Claudio Ranieri. Entrambe sono state raccontate più e più volte nel corso degli ultimi mesi, ogni volta arricchite di qualche dettaglio per aumentare l’impatto di quanto stesse facendo sul campo la squadra. Su Jamie Vardy, l’eroe della working class, verrà girato addirittura un film. Perchè in fin dei conti la sua parabola come calciatore sembra veramente scritta da uno sceneggiatore di Hollywood.
Claudio Ranieri invece è passato da eterno secondo a uomo guida della squadra più incredibile degli ultimi anni. Arrivato in estate, tra lo scetticismo generale, dopo la fallimentare esperienza da c.t della Grecia, Ranieri ha finalmente colto quel successo a lungo inseguito in carriera, diventando l’idolo di una città intera. Di seguito le loro dichiarazioni di questa mattina.

LE PAROLE DI VARDY  –E’ incredibile, non ho mai provato nulla di simile. Questa squadra lo scorso anno ha lottato per non retrocedere e sabato invece alzerà il trofeo. Questo dà un’idea del lavoro svolto in questa stagione da ogni giocatore. Questo è il successo più importante nella storia di questo grande club e noi abbiamo il privilegio di farne parte. Ed è ancora più speciale per averlo conquistato con tutti questi ragazzi. In questo momento, ogni minuto della stagione dedicato all’allenamento ne vale la pena”.

LE PAROLE DI RANIERI  A SKY NEWS- “Se avessi vinto questo all’inizio della mia carriera, forse avrei potuto dimenticarlo. Ma ora sono vecchio e posso ricordarlo. Sono felice per i tifosi, il presidente, tutta la comunità di Leicester. Non so quale sia il nostro segreto: i giocatori hanno dato cuore e anima. E’ il modo in cui giocano. Ora andiamo avanti. Vogliamo migliorare, e molto. Se è una rivincita? No, non lo è. ho avuto comunque una buona carriera”.

SHARE