SHARE

rummenigge

 Karl-Heinz Rummenigge, presidente del consiglio direttivo del Bayern Monaco, ha attaccato la direzione di gara dopo la semifinale di ritorno di  Bayern Monaco ed Atletico Madrid: “Ci sentiamo truffati dall’arbitro. L’uscita è dolorosa per la nostra squadra ma non dobbiamo vergognarci. Lasciamo la Champions a testa alta, hanno giocato molto bene, fu molto emozionante quello che abbiamo visto oggi. Abbiamo vinto la partita ma non è stato sufficiente per passare il turno. Sono triste per la squadra, per i primi 45 minuti abbiamo fatto una partita di grande livello, il problema è che non è stato sufficiente per entrare in finale. Il rigore di Muller ci avrebbe dato la qualificazione”.

PASSATO RITORNA E pensare che dopo la sconfitta della Juventus all’Allianz Arena proprio contro il Bayern Monaco, Beppe Marotta si scatenò contro l’arbitro di quella gara: “Vorrei anzitutto sottolineare la grande prova della squadra e dell’allenatore, motivo di grande orgoglio, ma il clamoroso errore fatto dalla terna arbitrale, il gol annullato a Morata, avrebbe dato un’ulteriore svolta alla partita. C’è molto da recriminare, credo non si possano subire situazioni del genere. È un errore che incide pesantemente, nessun commento da parte mia se non questo: speriamo che il calcio italiano venga protetto, speriamo a livello internazionale di farci tutelare. Ho visto espulsioni per situazioni molto più lievi di questa. Non voglio alibi, voglio sottolineare la nostra grande prova e chiedo che il nostro calcio venga maggiormente tutelato. È un danno in termini di ranking e anche economico. Non cerchiamo alibi, ma certe direzioni non fanno il nostro bene e se pensiamo all’economia dell’andata e del ritorno, non abbiamo avuto alcun favore, anzi al contrario”. Insomma parafrasando un vecchio saggio “Chi di fuorigioco ferisce, di fuorigioco ferisce”. O per essere più pragmatici, “tutto il mondo è paese”.

SHARE