SHARE

 

hiddink presentazione

Il Leicester è la squadra del momento, non potrebbe esser altrimenti. La vittoria del campionato ha portato agli onori della cronaca un gruppo di ragazzi che, con ardore e voglia di emergere, sono riusciti a compiere un’impresa incredibile: battere le grandi d’Inghilterra e conquistare la Premier League, un traguardo nemmeno mai immaginato dal club e dai suoi tesserati. Una grande impresa, calciatori prima sconosciuti e che ora fanno gola a tanti top club europei e un condottiero, italiano, che ha guidato le Foxes a realizzare un sogno: Claudio Ranieri è uno degli artefici del miracolo Leicester.

Eppure poteva andare diversamente per il tecnico ex Roma, Inter e Monaco, quando neppure immaginava cosa potesse riservargli il futuro. Infatti, poche ore fa, sono arrivate le dichiarazioni di Guus Hiddink, il tecnico che dallo scorso 21 dicembre ha guidato il  Chelsea in questa stagione, il quale rivela un interessante retroscena che riguarda proprio la panchina del Leicester campione in Premier League. L’allenatore olandese ha dichiarato che in estate la dirigenza del Leicester gli aveva offerto di guidare la squadra in questa stagione, poi il rifiuto del tecnico e la scelta di ingaggiare Ranieri. Queste le parole di Hiddink: “E’ vero, durante la scorsa estate il Leicester mi ha chiesto se ero interessato ad allenare la squadra in questa stagione, ma avevo deciso di concedermi un periodo di riposo e di non fare nulla. Poi il club ha preso Ranieri. Per me era giunto il momento di riposare. Poi, però, è arrivata la chiamata del Chelsea. Il club era in difficoltà, stava vivendo un momento negativo ed era nel panico, serviva la mia calma per riprendere il cammino e così è stato. Nessuno si aspettava di vivere queste difficoltà in una squadra come questa, ma del resto nessuno puntava sul Leicester campione in Premier League”.

SHARE