SHARE

pogba bonucci

Il calciomercato fa sognare i tifosi, ma ne fa anche tremare molti: è il caso di cessioni eccellenti, lo spauracchio di ogni appassionato di calcio che teme di vedere la propria  squadra depredata dai suoi maggiori talenti. Questo succede nel caso di Paul Pogba, centrocampista francese della Juventus  ambito dai maggiori top club europei. Interrogato in merito ai microfoni di Mediaset Premium l’amministratore delegato dei bianconeri Marotta ci ha tenuto a mettere a tacere le voci di mercato che vorrebbero il numero 10 lontano dalla Juventus in questa finestra di mercato: “Pogba ce  l’ha chiesto il Manchester City l’anno scorso, ma abbiamo educatamente rispedito l’offerta al mittente. Lui e Dybala sono i più richiesti, ma la Juve ha nel suo DNA di non cedere. C’è stato Zidane molti anni fa e Vidal l’anno scorso, ma non è ancora ora di cedere Pogba: ha ventitre anni ed è nella condizione di rimanere con noi per molto tempo“.

Il prossimo anno la squadra allenata da Max Allegri tenterà un nuovo assalto alla Champions League, competizione nella quale è stata eliminata dal Bayern Monaco: “L’imprevedibilità è il bello del calcio. Spiace, ma guardiamo al futuro. Il rammarico più grosso è la manciata di secondi per cui eravamo qualificati e poi tutto è sfumato, potevamo giocarcela fino in fondo. Gli arbitri hanno inciso ma non sono stati decisivi, anche loro possono sbagliare”, ha corretto il tiro Marotta dopo la sfuriata arrivata nel post partita del match contro il Bayern. Qualche parola anche sul Real Madrid, tirato in causa per la risoluzione della situazione relativa ad Alvaro Morata, e su mister Allegri: “E’ un grande dirigente con cui abbiamo un ottimo rapporto, andremo a trattare per Morata e per altre situazioni. Con Allegri il rinnovo è solamente una formalità, resterà con grande soddisfazione di entrambe le parti”.

SHARE