SHARE
Pogba in azione - Fonte Twitter @juventusfc
Pogba in azione - Fonte Twitter @juventusfc
Pogba in azione – Fonte Twitter @juventusfc

Il centrocampista bianconero Paul Pogba poche ore fa ha rilasciato alcune dichiarazioni al sito ufficiale dell’UEFA, Uefa.com. Il francese ha parlato della sua carriera e dei traguardi ottenuti, dall’essere votato come miglior giovane della Coppa del Mondo del 2014 alla possibilità di giocare la finale di Champions League nella scorsa stagione con la sua Juventus, mostrando un atteggiamento e una maturità ormai palesi. Queste le parole di Pogba: “Lavorare duro e non arrendersi mai. È vero, sono migliorato molto negli ultimi anni. Penso che sia dovuto al fatto che sono circondato da grandi giocatori che sono umili, grandi lavoratori e che ti fanno lavorare duro. Giocatori come Gigi Buffon o Andrea Pirlo sono i miei modelli. Io voglio raggiungere i loro stessi traguardi in carriera“.

“I Campionati Europei UEFA Under 17 del 2010 in Liechtenstein sono un gran ricordo. In quell’EURO ho giocato contro alcune delle più grandi nazioni come Inghilterra e Spagna. È stata un’ottima esperienza per un calciatore giovane. Abbiamo perso, ma lì ho imparato molto. Mi ha aiutato a crescere. È sempre stato un sogno per me quello di vestire quella maglia e di giocare per la mia nazione, per la nazionale francese. La sconfitta per 2-1 contro l’Inghilterra fa male ancora, eravamo molto amareggiati. Così ho detto: ‘Dobbiamo vincere la prossima, vincere la prossima!‘. Non bisogna arrendersi mai e dare sempre tutto. Dovete crederci fino alla fine. Realizzate i vostri sogni“.

Per Pogba quest’anno in Serie A 34 presenze e 8 reti messe a segno, con 13 assist all’attivo; in Champions League invece 8 presenze, una rete e 2 assist, mentre in Coppa Italia sono 4 i gettoni con un gol messo a segno. Quest’anno la gioia per l’ennesimo scudetto conquistato con la maglia della Juventus e un nome che nel palcoscenico internazionale fa sempre più gola. La società bianconera è intenzionata a trattenere Pogba ed è pronta ad adeguare il suo ingaggio, nel giro di 20 giorni il francese dovrà comunicare le sue intenzioni: restare o partire.

SHARE