SHARE
13087529_803035216500073_7660466251835618808_n
Fonte: Facebook “Triangolare Leicester-Crotone-Benevento”

Una stagione piena di sorprese, una stagione in cui sono le cosiddette “piccole” a guidare i campionati, una stagione che sicuramente rimarrà nella storia. Se il caso del Leicester è quello più eclatante, anche in Italia non sono mancati di certo i colpi di scena. Benevento e Crotone sono sulla bocca di tutti e le promozioni conquistate con largo anticipo fanno sognare i tifosi. Entrambi i club hanno infatti raggiunto traguardi storici ed impensabili ad inizio stagione: i campani dopo 87 anni pongono fine alla maledizione che bloccava il loro accesso alla lega di Serie B, mentre i calabresi di Juric sono riusciti a compiere una vera e propria impresa ottenendo con alcune giornate d’anticipo la promozione nel massimo campionato. Leicester, Benevento e Crotone, quindi, sono le famose “cenerentole” che quest’anno hanno stupito tutti, ed in vista del prossimo campionato i tifosi sognano già un triangolare.

L’idea nasce da un’iniziativa popolare e e raccoglie consensi e proposte su Facebook. Sul social network di Mark Zuckerberg, infatti, alcuni tifosi hanno creato un evento per cercare di coronare il proprio sogno. Il triangolare tra i campioni d’Inghilterra, Crotone e Benevento ad oggi è solamente una proposta, ma tutte e tre le squadre, come sappiamo, vivono per regalare gioie ed emozioni ai propri tifosi. Niente di certo dunque, ma una proposta che su Facebook ha coinvolto molti supporters delle squadre del Sud Italia. C’è infatti anche chi propone di aspettare la fine della stagione, ed attendere che anche il Trapani di Serse Cosmi riesca a conquistare una promozione che avrebbe veramente del miracoloso.

Un’idea bizzarra e difficilmente realizzabile, un torneo che vedrebbe scendere in campo i campioni d’Inghilterra e le altre due compagini, che come gli inglesi, nessuno si sarebbe mai aspettato di vedere così in alto. Un torneo per la passione, per il tifo e per il calcio giocato con il cuore, lontano dai milioni e dagli interessi economici.

Questo il link per partecipare all’iniziativa

SHARE