SHARE

Liverpool

Termina con un secco 3-0 la semifinale di ritorno di Europa League tra Liverpool-Villarreal. Match assolutamente dominato dai Reds, che volano alla finale di Basilea dove affronteranno il Siviglia

LA CHIAVE TATTICA – In questa sfida di ritorno di semifinale di Europa League, Klopp e Marcelino confermano gli schieramenti tattici proposti all’andata. Se per il Villarreal gli uomini, e in generale l’atteggiamento, è lo stesso di una settimana fa, molto diversa l’interpretazione del match del Liverpool. Grande cattiveria e intensità dalle primissime battute per i Reds, premiati subito dall’autogol di Soriano che impatta la sconfitta dell’andata. L’assenza di Henderson, così come una settimana fa, si sente tremendamente per il gioco e il ritmo della squadra di Klopp, anche se la palla viene gestita in maniera totalmente differente rispetto al Madrigal. C’è subito la ricerca della giocata in verticale, sfruttando la velocità di Strurridge davanti, e il dinamismo di Firmino e Lallana. Non in grande serata Coutinho, un po’ fuori dal gioco largo a sinistra. Vive di folate e improvvise accelerazioni il Villarreal. La squadra non si sbilancia quasi mai, anche sotto di un gol, e poi con Suarez e Bakambu si accende improvvisamente. Nella ripresa, dopo un inizio un pizzico sottotono rispetto alla prima frazione, il Liverpool incomincia a distendersi in contropiede e fa tremendamente male al Villarreal, che dopo l’espulsione di Victor Ruiz perde equilibrio e soprattutto la qualificazione. Firmino e Lallana prendono la squadra per mano che, sospinta dalla cornice unica di Anfield Road, batte 3-0 il Villarreal e vola nella finale di Basilea.

I PROTAGONISTI – Assente nel match d’andata, un po’ a sorpresa, Daniel Sturridge si riprende con gli interessi Anfield e la maglia Reds. Solito grande movimento tra le linee, senza dare mai un riferimento ma facendo sentire molto la sua presenza, anche in fase di appoggio ai compagni. Segna il gol del raddoppio che apre al grande finale dei Reds. Firmino e Lallana, per una serata, diventano le ali che Klopp vorrebbe in tutte le sue squadre, con corsa, sostanza, sacrificio e soprattutto enorme qualità. Forza e sostanza infinita di Emre Can, un jolly che fa sempre la cosa giusta al posto giusto. Perfetta la coppia centrale Toure-Lovren, mentre serata in chiaroscuro per Coutinho. La serata del Villarreal è fotografata dall’autorete del capitano Bruno Soriano. Sempre una garanzia, stasera il primo a tradire i suoi. Molto male Musacchio e Victor Ruiz, con quest’ultimo anche colpevole del doppio giallo che ha definitivamente chiuso il match.

IL MOMENTO – Dopo un avvio di ripresa in tono leggermente minore rispetto al gran primo tempo, il Liverpool si riaccende intorno all’ora di gioco e trova il raddoppio con Sturridge. Pochi minuti dopo Victor Ruiz da un pestone a Firmino e guadagna anzitempo gli spogliatoi. E’ l’episodio che chiude definitivamente il match e fa crollare la resistenza degli spagnoli.

LA GIOCATA – Subito dopo aver trovato il gol del raddoppio, il Liverpool cerca subito di sfruttare una delle poche occasioni in cui il Villarreal si sbilancia in fase offensiva. La squadra di Klopp si distende in contropiede come poche altre in Europa e in 3 tocchi arriva al limite dell’area. La palla arriva a Firmino, che vede Soldado arrivargli alle spalle e si esalta in una veronica da gustarsi per ore e ore. In pochi secondi il Liverpool ci mostra tutte le sue qualità: preparazione tecnica, forza e tanta classe.

IL TABELLINO

Liverpool-Villarreal 3-0 [7’ Soriano aut. (L), 63’ Sturridge (L), 73’ Lallana (L) ]

LIVERPOOL (4-2-3-1): Mignolet; Clyne, Toure, Lovren, Moreno; Can, Milner; Lallana, Firmino (dal 89′) Benteke, Coutinho (dal 82′) Allen; Sturridge (dal 92′) Lucas Leiva. All. Klopp

VILLARREAL (4-4-2): Aréola; Mario Gaspar, Musacchio, Víctor Ruiz, Jaume Costa; Dos Santos (dal 73’) Bonera,  Pina (dal 60’) Trigueros, Bruno Soriano, Suárez; Soldado (dal 68’) Adrian, Bakambu. All. Marcellino Garcia.

SHARE