SHARE

Mahrez

L’annata calcistica 2015/16 passerà certamente alla storia grazie alla vittoria del Leicester in Premier League. Un’impresa da poter raccontare a figli e nipotini che ha esaltato il lavoro di un tecnico umile, esperto e preparato come Claudio Ranieri, abile a creare un gruppo coeso e compatto nel quale sono state evidentemente esaltate anche alcune individualità: da Vardy, bomber della squadra ed ora anche della nazionale inglese, a Kantè perno della mediana delle Foxes notato anche da Deschamps in chiave Europei, senza dimenticare ovviamente anche il ‘miglior calciatore dell’anno in Premier League’, Riyad Mahrez. Sì proprio questo il riconoscimento vinto dal fantasista algerino solamente una manciata di giorni prima dei festeggiamenti per la vittoria del titolo d’Inghilterra in seguito al pari del Tottenham contro il Chelsea. Considerando il rapporto tra età, qualità e prezzo, Mahrez è stato senza dubbio la stella più luminosa dello splendido firmamento del Leicester che però in estate potrebbe partire anche verso nuovi lidi. Dopo una stagione da 17 reti e ben 10 assist in campionato sembra infatti improbabile che il 25enne calciatore algerino rimanga alla corte di Ranieri nonostante la qualificazione Champions ampiamente ottenuta e una volontà di restare manifestata solo un paio di settimane fa: “Non voglio lasciare la Premier League, neanche per tornare in Algeria. Amo l’Inghilterra e voglio restarci.”

VIA DA LEICESTER – Con il campionato in tasca e gli occhi del mondo pallonaro puntati dritti addosso l’opinione del numero 26 del Leicester potrebbe però anche cambiare. A mischiare le carte ci ha pensato ovviamente il procuratore del calciatore, Kamel Bengougam, che in un’intervista al ‘The Guardian’ ha ipotizzato anche un possibile addio: “Dopo aver giocato alla grande questa magica stagione è normale che attiri l’attenzione dei grandi club. Lui è molto contento al Leicester e naturalmente è stata una stagione fantastica. L’anno prossimo giocheranno in Champions League e Mahrez sarebbe felice di restare. Ma alla sua età se arriva l’occasione di giocare per una grande squadra dovrà pensarci su. Io direi che ha il 50% di possibilità di andarsene“.

SHARE