SHARE
NAPOLI CALCIO NELLA FOTO: VALDIFIORI FOTO MOSCA

mario-rui

Un mercato “fallito” a gennaio mette sotto pressione la dirigenza della Fiorentina, che in estate dovrà quindi recuperare la fiducia dei tifosi e del tecnico intervenendo con decisione sul mercato. Un regista ed un terzino di qualità potrebbero essere proprio le aggiunte di cui i Viola avrebbero bisogno e due profili in uscita ai rispettivi club potrebbero essere Mario Rui e Mirko Valdifiori. Il primo è reduce da un’altra ottima stagione ad Empoli, con il ds dei toscani che ne ha annunciato il trasferimento, il secondo invece è stato relegato in panchina da Sarri a Napoli ed è in cerca di un posto da titolare. Intervistato da RadioBlu, l’agente dei due giocatori Mario Giuffredi ha parlato della possiblità che i suoi assistiti cambino società durante l’estate, partendo da Mario Rui: “La Fiorentina è sicuramente una di quelle squadre in cui qualsiasi giocatore sarebbe contento di giocare. Abbiamo situazioni all’estero e in Italia che stiamo portando avanti e che vanno gestite con calma nell’interesse del ragazzo. Sousa conosce il giocatore perché lo ha allenato nelle giovanili del Portogallo, ma la nostra regola è mandare un giocatore non dove lo vuole solo l’allenatore, che poi può andare via, ma dove è ben voluto soprattutto dalla società”.

Valdifiori vive invece una situazione teoricamente più complicata, essendo in rottura con il tecnico, ma pur sempre acquistato solo un anno fa. Le chance che il regista si allontani dalla Campania però sono sempre più insistenti: “Non rimarrà a Napoli a fare la comparsa, lui vuole giocare con continuità e quando è stato chiamato in causa ha dimostrato di essere un giocatore da grande club italiano. Perciò se c’è da valutare altre situazioni le valuteremo. Si sposa bene con il progetto tecnico della Fiorentina, ma l’obiettivo è avere continuità. Giocando sempre ad Empoli conquistò la Nazionale. Se è adatto al centrocampo a due di Sousa? Può giocare in tutti i moduli, anche perché non si sa neanche se Sousa resti o se mantenga lo stesso modulo. Un inizio di trattativa? No, finché non finirà il campionato non parleremo di mercato perché molte società sono in ritardo con la programmazione e il mercato è fermo“. Infine Giuffredi ha parlato anche di Sepe, altro suo assistito in rottura definitiva con la Fiorentina già da alcuni mesi: “Sono abituato a ragionare separando le situazioni, sono due cose diverse. Non sono rimasto contento della gestione, così come Luigi. Non ci aspettavamo questa situazione. A fine stagione rientrerà a Napoli e vediamo cosa accadrà nella possima”.

SHARE