SHARE
MILAN, ITALY - AUGUST 29: Mattia De Sciglio of AC Milan in action during the Serie A match between AC Milan and Empoli FC at Stadio Giuseppe Meazza on August 29, 2015 in Milan, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)
MILAN, ITALY - AUGUST 29: Mattia De Sciglio of AC Milan in action during the Serie A match between AC Milan and Empoli FC at Stadio Giuseppe Meazza on August 29, 2015 in Milan, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)
MILAN, ITALY – AUGUST 29: Mattia De Sciglio of AC Milan in action during the Serie A match between AC Milan and Empoli FC at Stadio Giuseppe Meazza on August 29, 2015 in Milan, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Il finale di stagione del Milan rischia di rivelarsi disastroso per il terzo anno consecutivo. Le speranze dei rossoneri sono riposte nella finale di Coppa Italia del 21 maggio contro la Juventus, che potrebbe riportare un titolo nella Milano rossonera dopo 5 anni di digiuno. In campionato la squadra di Brocchi contenderà il sesto posto al Sassuolo, come ha sottolineato ai microfoni di Milan Channel Mattia De Sciglio, in risposta alle accuse di tifosi e addetti ai lavori che, nelle ultime settimane, hanno più volte accusato il Milan di non avere interesse nel disputare eventualmente i preliminari di Europa League in estate.

SULLA CORSA AL SESTO POSTO – “Il taglio in faccia? Sto bene, la ferita si è chiusa, è una ferita di gioco, ci può stare, mi sembrava il minimo chiedere scusa o come stavo, ma pazienza. Sicuramente abbiamo fatto un’altra gara contro il Frosinone rispetto a Verona dove dopo il gol ci eravamo disuniti. Domenica abbiamo fatto il contrario anche se una squadra che vuole arrivare in Europa come noi non si può permettere di prendere tre gol in casa dal Frosinone, con tutto il rispetto, a maggior ragione in casa. Non possiamo permetterci di rischiare di giocarci l’accesso in Europa solo con la Coppa Italia. L’obiettivo è riuscirci riprendendoci il sesto posto con un atteggiamento diverso. L’abbiamo già detto in questa stagione, dobbiamo dare tutti qualcosa di più. Per noi l’Europa è importante, per una squadra come il Milan si deve tornare in Europa. Vogliamo arrivare in Europa attraverso il campionato, sarà una gara difficile, ma dobbiamo entrare in campo per i tre punti.”

SUL FINALE DI STAGIONE – “Quando si scende in campo bisogna avere la forza di non sentire niente e nessuno e concentrarsi solo sulla partita. Quello che è all’esterno non ti deve toccare perché ti influenzerebbe e condizionerebbe la partita. Bisogna entrare in campo con la testa solo sulla partita. Per la Finale di Coppa Italia bisogna lavorare bene, arrivando ben preparati attraverso queste ultime due partite di campionato, che sono partite molto difficili, dobbiamo fare il massimo per raggiungere il sesto posto. Con un buon lavoro in questi giorni e nelle ultime due partite arriveremo preparati alla Finale di Coppa Italia. Avere la Roma all’ultima giornata sarà di grande stimolo per noi per tenere alta la concentrazione e la tensione in vista della Finale. Era chiaro che non si potesse vedere un cambio drastico in pochi giorni con Mister Brocchi. La squadra sta assimilando sempre di più le sue idee e col tempo si vedrà il cambiamento nel gioco”.

SHARE