SHARE

Leicester

La Dea Bendata sembra voler bene al Leicester e al suo patron: Vichai Srivaddhanaprabha ha infatti vinto un’ingente somma al casinò.

Sembra essere un momento più che felice per il Leicester e per tutte le persone che fanno parte del più grande miracolo sportivo degli ultimi decenni. Oggi, nella gara contro l’Everton, c’è stata la festa del club con anche la presenza del leggendario tenore Andrea Bocelli al King Power Stadium. Ranieri e i calciatori possono essere soddisfatti ma a quanto pare potrà esserlo anche il patron delle Foxes, e non solo per questioni di campo.

Questo perché Vichai Srivaddhanaprabha, 58enne proprietario del club, è riuscito a trovare fortuna non solo nella sua attività imprenditoriale calcistica ma anche in un casinò: secondo quanto riportato dal Sun, Srivaddhanaprabha al Genting Casinò mercoledì avrebbe fatto faville, riuscendo a vincere addirittura il quantitativo di 2,5 milioni di sterline, ovvero circa 3 milioni di euro. Una cifra che viene incontro al patron in maniera clamorosa, proprio dopo la promessa di lauti premi ai calciatori del Leicester dopo il trionfo: il patron thailandese, infatti, aveva promesso ad ogni giocatore una Mercedes Classe B Electric Drive da 32.670 sterline e, grazie a questa vincita così grandiosa, potrà permettersi di rientrare quasi totalmente dalle spese per le auto da donare i calciatori.

Un’impresa sportiva che pare dunque ripercuotersi positivamente anche per quanto concerne altri aspetti del mondo Leicester. Incredibile come le cose per il club siano cambiate nel giro di una stagione: si è infatti passati dallo scandalo sessuale in cui furono coinvolti svariati giocatori della squadra ad una vittoria assolutamente incredibile che passerà alla storia come uno dei trionfi meno attesi e più sconvolgenti mai palesatisi nel calcio professionistico. L’obiettivo resta ovviamente quello di non far si che tutto ciò possa essere catalogato come una casualità. E magari entrate extra al casinò non potranno che giovare al proprietario del Leicester e a tutta la squadra.

SHARE