SHARE

felipe melo inter

Un’altra stagione negativa per Felipe Melo, un’altra stagione in cui ha ricevuto molte critiche. Sponsorizzato da Mancini, che lo chiedeva a gran voce, il brasiliano è tornato nel campionato italiano dopo l’ultima esperienza con la maglia della Juventus, ed anche questa volta non è riuscito a lasciare un segno. Anzi, ripensandoci un segno è riuscito a lasciarlo, ma non quello che chiedevano i tifosi. Dopo il suo arrivo all’Inter quest’estate, in una delle sue prime interviste, il centrocampista brasiliano spiegava di essere cambiato e di non essere più il giocatore cattivo ed irruento che l’Italia conosceva. Gli interisti ci hanno creduto, così come l’allenatore nerazzurro, che lo aveva avuto durante la sua esperienza in Turchia. Sarà l’aria italiana, sarà che il divario tecnico tra i due campionati è evidente, ma Felipe Melo non è riuscito a confermare le sue parole dimostrando ancora una volta di non essere un calciatore adatto alla Serie A. Eppure durante la sua prima stagione con la maglia della Fiorentina aveva mostrato buone cose, tanto che la Juventus aveva deciso di acquistarlo per una cifra che si aggirava intorno ai 25 milioni. Un  grosso errore quello fatto dalla Vecchia Signora che solamente poco tempo dopo decise di venderlo senza rimpianti. I troppi cartellini e le cattive prestazioni non avevano convinto nessuno a Torino ed anche la nazionale brasiliana aveva escluso il centrocampista.

Questa doveva essere la stagione del suo rilancio, ma ancora una volta ha deluso. Falli, ammonizioni, espulsioni e palle perse hanno fatto infuriare tifosi, allenatore e squadra. La società interista sembra essersi stufata del giocatore e vorrebbe cercare di venderlo nella prossima finestra di mercato. Felipe Melo però non ci sta e ai microfoni di  Premium Sport ha spiegato: “La mia ultima partita a San Siro con l’Inter? Se arriva una grande squadra che versa 50 milioni all’Inter e mi da 50 milioni all’anno a me allora è probabile che io vada via. Amo questa squadra, amo questa società e ho fatto di tutto per venire qui: ho ancora tre anni di contratto e sono molto felice di stare all’Inter”.

SHARE