SHARE

frosinone calcio

La penultima giornata di campionato consegna il secondo verdetto in zona retrocessione. Il Frosinone, infatti, sconfitto in casa dal Sassuolo dice addio alla Serie A. Si dovrà attendere la prossima giornata, invece, per sapere chi tra Palermo e Carpi abbandonerà la massima serie. Intanto i rosanero, grazie al pareggio ottenuto al Franchi di Firenze, ottengono un punto importantissimo e superano la squadra di Castori. Se il campionato finisse oggi gli uomini di Ballardini sarebbero salvi e compierebbero un’impresa che fino a qualche settimana fa sembrava irraggiungibile.

Il Carpi ha sprecato un match point in casa crollando sotto i colpi di Klose e compagni. A segno per gli emiliani Jerry Mbakogu che nel primo tempo ha condannato i suoi sbagliando due calci di rigore. Nonostante le due espulsioni per la Lazio, gli emiliani non sono riusciti a trovare il pareggio e adesso Fabrizio Castori non ha più il futuro del Carpi tra le mani ma dovrà condurre alla vittoria i suoi nella prossima giornata a Udine e sperare nella sconfitta del Palermo. A Firenze i rosanero soffrono ma portano a casa un punto che potrebbe rivelarsi fondamentale nella prossima giornata. I siciliani infatti superano il Carpi in classifica e la prossima settimana sfideranno in casa il già retrocesso Hellas Verona. Un’impresa quella di Ballardini che nelle ultime tre partite ha condotto la sua squadra verso la salvezza, grazie ad una solida difesa che non ha concesso reti. Il Frosinone di Stellone, invece, saluta la Serie A. La squadra di Stellone cade in casa contro il Sassuolo, che vince grazie ad un gol nel finale di Politano. Il pubblico ciociaro, però, apprezza e ringrazia la squadra per l’impegno mostrato in tutto l’arco della stagione. I laziali, quindi, raggiungono l’Hellas Verona in Serie B e l’anno prossimo lotteranno ancora una volta per ritornare prontamente nella massima serie.

SHARE