SHARE
Jorge Lorenzo in azione a Le Mans. Fonte: Twitter @MotoGP
Jorge Lorenzo in azione a Le Mans. Fonte: Twitter @MotoGP
Jorge Lorenzo in azione a Le Mans. Fonte: Twitter @MotoGP

Jorge Lorenzo domina il Gp di Francia, quinta prova del mondiale di MotoGP e guadagna la testa del mondiale, più che mai aperto dopo la gara odierna. Sul circuito di Le Mans il campione del mondo in carica conferma il dominio messo in pista sin dalle prime libere del venerdì e vince conducendo la gara dalla prima all’ultima curva. Alle sua spalle il compagno di squadra Valentino Rossi, che rimonta dalla settima posizione in griglia. Sul gradino più basso del podio sale Maverick Viñales, che approfitta della debacle Ducati – entrambi i piloti a terra – e della caduta di Marc Marquez – comunque 13° –  fino ad oggi leader del mondiale. Ottimo 7° posto per il rientrante Danilo Petrucci.

L’unica chance per fermare il super Lorenzo visto in questo week end francese, era alla partenza. Mettersi davanti allo spagnolo e cercare di complicare i suoi piani di fuga. Alla riprova dei fatti però, Lorenzo mette in riga tutti sin dal via, con uno scatto portentoso allo spegnersi dei semafori che lascia al palo Iannone e Marquez. Buono lo spunto di Dovizioso e dei piloti del team Tech3 dalla seconda fila, mentre Rossi rimane imbottigliato nelle posizioni immediatamente a ridosso della top 5. Il Dottore fatica non poco nelle prime battute a liberarsi della marcatura delle Suzuki e delle Yamaha satellite, mentre davanti Iannone sembra l’unico in grado di reggere il ritmo imposto da Lorenzo. Il centauro della Ducati scavalca il compgano Dovizioso al secondo posto ma cade poco dopo mentre si avvicinava di gran carriera al fuggitivo Lorenzo. Alle loro spalle Marquez cresce giro dopo giro, mentre un redivivo Rossi ha qualche passaggio di assestamento dopo aver fatto segnare il giro record alla prima tornata con pista libera. La rimonta del pesarese sulla coppia Dovizioso-Marquez si concretizza a metà gara, quando passa entrambi i piloti nel giro di un paio di curve. Davanti Lorenzo amministra il proprio vantaggio, mentre proprio Dovizioso e Marquez sono protagonisti di una caduta “sincronizzata” nel tentativo di tenere la ruota di Rossi. Il pilota della Ducati imposta male una curva e scivola perdendo l’anteriore: lo spagnolo della Honda replica la traiettoria del forlivese e resta vittima della medesima caduta. A questo punto Rossi può tirare i remi in barca e accontentarsi della seconda piazza, avendo ampio margine sul nuovo terzo in classifica, quel Maverick Viñales che l’anno prossimo potrebbe essere il suo compagno di squadra. Alle spalle del pilota Suzuki – al primo podio – chiude l’altro possibile nuovo compagno di Rossi, ovvero Daniel Pedrosa, che limita i danni dopo una qualifica disastrosa che lo aveva visto partire dalla posizione numero 11. Chiudono la top 10 i fratelli Esparagaro (Pol davanti ad Aleix), l’ottimo Danilo Petrucci, Barbera e le Aprilia di Bautista e Bradl.

In classifica Jorge Lorenzo è il nuovo leader del mondiale con 90 punti, davanti a Marquez con 85 e Rossi con 78, tutti racchiusi in appena 12 punti. Più staccati Pedroda, 53 punti, Viñales con 49 e Pol Espargaro con 47.

MotoGP, Gp di Francia (Le Mans), la classifica finale:

Fonte: Twitter @michelin_sport
Fonte: Twitter @michelin_sport
SHARE