SHARE
Higuain Napoli
Higuain e il gruppo azzurro, fonte foto: www.sscnapoli.it
Higuain Napoli
Higuain e il gruppo azzurro, fonte foto: www.sscnapoli.it

Le formazioni ufficiali di Torino-Napoli

Torino (3-5-2): Padelli; Bovo, Jansson, Silva; Zappacosta, Benassi, Vives, Acquah, Peres; Martinez, Belotti. All. Ventura

Napoli (4-3-3): Reina, Hysaj; Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Insigne, Callejon, Higuain. All. Sarri.

Qui Torino – Le dichiarazioni di Giampiero Ventura alla vigilia della partita: “Possiamo verificare ulteriormente i giovani e quelli che erano a Udine erano quasi tutti sotto i 24 anni. Si fa una nuova verifica per capire, per crescere: è una partita da dentro o fuori per il Napoli e se facessimo risultato sarebbe ancora più importante per noi. In ogni caso io sono diventato zen. Immobile? Giustamente ha l’ambizione di poter tornare in Nazionale, dopo averla persa nell’anno e mezzo che è stato all’estero. Ha lavorato e l’ha riconquistata, perché si è fatto male nel giorno della convocazione. Il suo futuro? E’ già difficile parlare dei giocatori nostri, va affrontato dopo dalla società. Tutti vorrebbero Immobile, non è questo il nostro problema. I matrimoni si fanno in due, come dice Cairo, ed io per fortuna sono fuori da questi discorsi”.

Qui Napoli –  Le dichiarazioni di Maurizio Sarri alla vigilia del match: “I punti in palio sono sempre gli stessi, saranno due gare determinanti per il secondo posto. Noi abbiamo fatto a questo punto un campionato ottimo o straordinario, ci piacerebbe la seconda. IlTorino è nettamente superiore ai punti raccolti, ha uno dei più bravi allenatori italiani. Ha un gioco particolare, difficile da affrontare, nonostante la classifica è una squadra con grandi motivazioni e l’ha dimostrato ad Udine. Possesso palla primo Napoli, seconda la Fiorentina. Giocate utili, quindi verticalizzazioni, primo Napoli, baricentro primo Napoli, tiri fatti primo Napoli, occasioni create primo Napoli, tiri dentro subiti primo Napoli, seconda Juventus. Dobbiamo solo capire in futuro come concretizzare tutto quello che produciamo. Se a Torino avessimo fatto gol all’89’ invece di prenderlo, avrebbe cambiato il modo di pensare. E’ chiaro che alcuni episodi possano aver tolto entusiasmo, gioia di giocare, ma fa parte del gioco. Anche a Roma non siamo stati fortunati e la squadra prende tutto questo come una ingiustizia”

 

SHARE