SHARE

toni

I gol più “maturi” sono targati serie A. Da Luca Toni a  Francesco Totti, sei marcatori su dieci arrivano dal nostro campionato

VECCHI LEONI – All’indomani del commosso addio, con gol, di Luca Toni, e il traguardo delle 600 presenze in serie A di Francesco Totti, la riflessione che sembra balzare direttamente agli occhi è sempre la stessa. Che la nostra serie A sia un campionato per giocatori di un certa età, seppur straordinari come i due già citati, non è un luogo comune, ma un fatto supportato dai numeri e le statistiche. Per mancanza di programmazione, o per un momento non particolarmente prospero a livello giovanile, non sono tantissimi i giocatori giovani già pronti per il palcoscenico italiano, o almeno non abbastanza per scavalcare questi vecchi leoni, ancora lì a prendersi le prime pagine.

BOMBER NOSTRANI – Un ultimo dato che conferma la propensione “matura” del campionato italiano è quello legato ai bomber più “anziani” andati in gol in questa stagione. Prendendo in esame i 5 campionato europei più importanti (Serie A, Liga, Ligue 1, Bundesliga e Premier League) ben 6 marcatori su 10 arrivi dalla serie A. Una percentuale altissima, che fotografa alla perfezione il quadro.  Oltre a Luca Toni e Francesco Totti, gli altri quattro giocatori che militano in serie A sono: l’intramontabile panzer della Lazio Miroslave Klose; Totò Di Natale, non una stagione esaltate per lui a Udine; Franco Brienza, ottima chioccia nel progetto verde bolognese e Sergio Pellissier, una vita al Chievo a suon di gol.

GLI STRANIERI – Questa speciale classifica li mette assieme ad altri quattro “vecchietti” andati a segno in questa stagione: Benjamin Nivet, centrocampista del Troyes, Vitorino Hilton, difensore del Montpellier, Ricardo Carvalho (Monaco) e Claudio Pizarro, intramontabile bomber ora al Werder Brema. Il più prolifico è proprio quest’ultimo con ben 14 gol, il più anziano Francesco Totti, l’unico classe 76 della lista.

SHARE