SHARE

izzo-azione-genoa-dicembre-2014-ifa

A soli 24 anni Armando Izzo è già riuscito a conquistare Genoa ed i suoi tifosi. Il difensore napoletano ormai da due stagioni è uno dei protagonisti della squadra rossoblù e le sue prestazioni non sono certo passate inosservate anche dai grandi club italiani e esteri. Intervistato da Radio Crc, il classe ’92 si è detto felice della possibilità che gli è stata concessa di giocare nella massima serie: “Sono partito dal nulla, ma con la fame e la cattiveria giusta si può arrivare ovunque. Sono felice di esserci, qui si vive di calcio e sono orgoglioso di farne parte”. Rizzo  In occasione dell’evento che si è svolto oggi a Napoli per il progetto Dreaming Scampia, ha parlato anche del suo futuro e dei suoi desideri. Uno di questi è certamente quello di giocare nella squadra della sua città: “Il mio campionato credo sia stato importante, ma devo ancora dimostrare chi sono, ho voglia di arrivare. Ieri ho visto la partita con il Torino, sono napoletano e felice di questo campionato. Il Napoli merita il secondo posto e soprattutto lo meritano la città e i napoletani. Volevo vestire questa maglia, poi hanno fatto altre scelte, ma spero di arrivarci in futuro”.

Nel corso dell’evento odierno, Izzo ha avuto anche l’occasione di conoscere Marcello Lippi. L’allenatore della Nazionale campione del Mondo nel 2006, come raccontato dalle stesso giocatore, gli ha fatto i suoi complimenti senza disdegnare di fornirgli qualche consiglio in vista del prosieguo della carriera: “Ho parlato a lungo con Lippi, mi ha dato alcuni consigli e mi ha fatto i complimenti. Parliamo di un grandissimo allenatore e di un grande uomo, spero un giorno di arrivare in Nazionale”. La strada è ancora lunga, ma il ragazzo di Scampia ha ampiamente dimostrato di essere all’altezza della situazione, come testimoniato dalle sue prime due stagioni nella massima serie.

SHARE