SHARE

zamparini-palermo

Palermo e Carpi sono ancora in lotta per la permanenza in serie A, ma dopo la giornata di ieri, la bilancia pende decisamente a favore della formazione rosanero. Il Carpi è stato sconfitto in casa dalla Lazio e deve recriminare per ben due rigori falliti dallo sciagurato Mbakogu, mentre il Palermo ha ottenuto un punto vitale a Firenze. Nel prossimo turno la squadra di Ballardini giocherà in casa contro il Verona già retrocesso, mentre il Carpi andrà a Udine contro i bianconeri che ieri hanno avuto la matematica certezza di restare in serie A. La lotta per il salvezza è ancora viva più che mai.

Questa mattina, i presidenti delle due squadre sono intervenuti ai microfoni di “Radio 1 Rai”, ovviamente con stati d’animo differenti. Tiene alta la concentrazione il presidente del Palermo, Zamparini che ha rilasciato queste dichiarazioni: “Non sono ancora del tutto tranquillo, perché manca l’ultima partita e abbiamo visto come il Verona se la giochi con tutti, quindi dovremo fare un’ottima prestazione per ottenere la salvezza. Ieri dobbiamo ringraziare la Lazio che ha vinto contro il Carpi”. Zamparini elogia il tecnico Ballardini: “Se ci salveremo sarà un miracolo, che è stato compiuto grazie in primis a lui e a tutti i ragazzi, resterà di sicuro l’anno prossimo”. Infine, una stoccata sulle designazioni arbitrali: “Ci vogliono gli arbitri più in forma per queste partite che decidono la salvezza”.

Pochi minuti dopo, sempre a “Radio 1 Rai”, è arrivata la replica del presidente del Carpi Bonacini, che ha dichiarato: “Spero che il Verona se la giochi con il Palermo nello stesso modo e nella stessa intensità che ha messo contro Milan e Juventus. Anche se non ci sarà Toni, il Verona può vincere lo stesso. Bonacini interviene sul prossimo match: “Cercheremo di vincere a Udine, ho consolato i miei ragazzi che ieri erano disperati dicendo loro che non è ancora finita, speriamo che il Verona faccia il suo dovere“.

Ieri, anche l’allenatore del Carpi Castori aveva lanciato qualche frecciata al Palermo affermando che “la sua squadra ha sempre onorato il campionato, e ha dimostrato anche ieri di giocare a calcio in maniera pulita”. Castori ammette che per la salvezza è difficile: “Ci resta un minimo barlume di speranza”. Piuttosto particolari le parole del tecnico del Palermo Ballardini, che ha citato Wojtyla: “La sofferenza è la nostra preghiera”.

SHARE