SHARE
Riyad Mahrez, Leicester - Fonte Twitter account ufficiale Leicester FC
Riyad Mahrez, Leicester - Fonte Twitter account ufficiale Leicester FC
Riyad Mahrez, Leicester - Fonte Twitter account ufficiale Leicester FC
Riyad Mahrez, Leicester – Fonte Twitter account ufficiale Leicester FC

Finita l’annata fatata del Leicester è scattato, repentino, il calciomercato internazionale con tutte le big pronte a strappare via ai Foxes, a colpi di milioni, i propri talenti. Indiziati principali Riyad Mahrez e N’Golo Kanté, oltre al solito Jamie Vardy, finito recentemente anche in orbita Roma. Non sarà però un assalto facile: le sensazioni che si respirano dalle parti del King Power Stadium parlano di una società in salute, volenterosa soprattutto di regalarsi un anno da osservata speciale in Europa, quasi a santificare l’impresa incredibile compiuta. A santificare il tutto anche le esternazioni dei due alfieri di Claudio Ranieri di giornata.

KANTE’ E MAHREZ GIURANO FEDELTA’ Ecco quindi che le doverose dichiarazioni da parte dei sue protagonisti ai microfoni di Fox Sports “E’ un momento incredibile per noi. Claudio ci ha insegnato la tattica ha costruito la squadra, la difesa soprattutto – spiega N’Golo Kanté – Siamo una grande squadra. Recupero i palloni? Talvolta prendo la palla, altre volte non ci riesco. Sul futuro? Si,si sono qui, resterò qui“.

Al potente mediano francese di origine maliana si è poi accodato anche Riyad Mahrez, il folletto dei Foxes, che ha aggiunto: “Non so se la mia vita è cambiata ma è successo qualcosa di speciale e oggi sono molto felice. Claudio Ranieri è una bella persona e un bravo allenatore, divertente con voglia di scherzare. Quando ho toccato il trofeo oggi ero molto contento e molto orgoglioso. E’ successo davvero qualcosa di pazzesco. Credo resterò qui la prossima stagione“.

Almeno un altro anno al Leicester, con buona pace degli avversari e dei tanti pretendenti. Questo evidentemente il diktat societario, con il patron Vichai Srivaddhanaprabha pronto anche a mettere mano al portafogli per rinforzare una rosa chiamata a presentarsi in campo come Campione d’Inghilterra.

Stefano Mastini