SHARE

platini

Il Tas ha ridotto la squalifica di Michel Platini da sei a quattro anni per la vicenda dell’inchiesta per la consulenza da due milioni di franchi svizzeri pagatagli dalla Fifa di Blatter. L’annuncio è arrivato dai suoi avvocati:”Platini si dimetterà dalla presidenza dell’Uefa in occasione del prossimo congresso dell’organizzazione”.  Lo scorso dicembre Platini era stato condannato a 8 anni di squalifica insieme a Blatter. Il Comitato Etico li aveva ritenuti colpevoli delle accuse di corruzione. Secondo il comunicato stampa di dicembre rilasciato dal Comitato Etico della FIFA ai media: “Il pagamento effettuato a Platini (1,3 milioni di sterline nel 2011, ndr), e autorizzato da Blatter, non ha basi legali. Blatter non è stato in grado di dimostrare che il suo pagamento avesse una base legale: la sua ipotesi di accordo verbale è stata rigettata in quanto ritenuta non attendibile”. Ai due sono state inflitte anche due multe, di 50.000 (Blatter) e 80.000 (Platini) franchi svizzeri. I due faranno sicuramente ricorso in tempi brevi, ma sembrano esserci veramente pochi spiragli di riuscita. “Platini ha fallito nell’agire con integrità, mostrando noncuranza dei suoi doveri e dei concomitanti obblighi e responsabilità. I suoi comportamenti non hanno rispettato tutte le leggi applicabili e il regolamento interno della FIFA, di cui ha violato l’articolo 13”. Platini era il maggior indiziato alla successione di Sepp Blatter a capo della FIFA. Giancarlo Abete, ex n.1 della Federcalcio italiana e attuale vicepresidente dell’Uefa ha commentato: “È una punizione molto, dico molto, severa. Capisco una sanzione, ma così dura…”.
SHARE