SHARE

AS Roma squadra

Roma-Chievo 3-0. I giallorossi con la vittoria interna sul Chievo si sono regalati un’ultima chance di strappare il secondo posto in classifica al Napoli. Gara che si chiude con un successo netto per i padroni di casa, anche se a tratti il Chievo ha messo in difficoltà la squadra di Spalletti, forte della consueta organizzazione che ha permesso ai gialloblu di ottenere ottimi risultati nel corso della stagione.

La Roma come di consueto ha tenuto molto il pallone, chiudendo con una netta supremazia dal punto di vista del possesso palla: 61%-39% il dato totale, 61% e 28% invece per quanto riguarda la percentuale di possesso palla effettuato nella metà campo avversaria, rifilando oltre 12 metri di distacco sul baricentro medio (56,77 m – 44, 28m). Roma avanti anche sul piano delle conclusioni: 17 tiri (11 in porta) e 10 occasioni da goal, a fronte di 10 tiri (7 in porta) e 6 occasioni create dal Chievo. Il dato che condanna i clivensi è quello delle palle perse/recuperate. Pur giocando decisamente di rimessa (44-20 il computo della azioni manovrate, 11-27 quello dei lanci lunghi), la squadra di Maran ha chiuso con più palloni persi (26-28) e meno recuperati (23-19) rispetto alla Roma.
Dal punto di vista individuale, da sottolineare l’ennesima grande prova di Nainggolan, autore del goal che sblocca la partita e ancora una volta motore del centrocampo romanista. In evidenza anche Rudiger, per lui 1 goal e il primato di palloni recuperati (8), e Diego Perotti, il più attivo sul piano delle conclusioni (3 occasioni, 3 tiri) e maratoneta di giornata con 12 km percorsi che hanno influito sulla sua mira e sul primato di palloni persi (8). Ancora una volta importante Francesco Totti, che serve a Pjanic la palla del 3-0 e ritocca le ottime statistiche di questo finale di stagione. Nel Chievo bene Cacciatore (2 assist e primato di cross, 3) e in evidenza Floro Flores, protagonista con 3 occasioni, 6 palloni persi ma anche 5 falli subiti che ne fanno il primatista di giornata sotto questo punto di vista, insieme al compagno M’Poku.

SHARE