SHARE

hummels germania

Giornata di grandi colpi di mercato in casa Bayern Monaco: dopo Renato Sanches, arrivato dal Benfica, dai rivali storici del Borussia Dortmund arriva in Baviera Mats Hummels, difensore centrale considerato tra i più forti del mondo. Per l’ormai ex giallonero un contratto di 5 anni con scadenza nel 2021. Al Borussia Dortmund andranno invece 38 milioni di euro. Per il Bayern si tratta del secondo grande colpo di giornata, un altro rinforzo per il futuro allenatore dei bavaresi, Carlo Ancelotti. L’arrivo di Hummels alla corte del tecnico di Reggiolo potrebbe aprire le porte ad una cessione di Mehdi Benatia. Il difensore marocchino ex Roma, non è mai definitivamente esploso in Baviera e, con l’arrivo di un sicuro titolare come Hummels, con ogni probabilità  lascerà il club. In pole position per assicurarsi le sue prestazioni c’è la Juventus, da diverso tempo sulle sue tracce, ma non è da escludere un ritorno alla Roma.

Per Hummels, classe 1988, si tratta di un ritorno: l’ex capitano del Borussia Dortmund infatti, ha fatto tutta la trafila nel settore giovanile del Bayern Monaco, dall’età di 7 anni ai 18, passando anche due stagioni in prima squadra tra il 2006 e il 2008, con due sole presenze all’attivo. Dopo 276 partite, 23 goal e 5 trofei conquistati, Hummels lascia quindi il Borussia Dortmund per tornare nel club dov’è cresciuto, desiderio espresso dallo stesso calciatore non più tardi di due settimane fa.

IL COMUNICATO UFFICIALE DEL CLUB

FC Bayern München, il campione del mondo Mats Hummels (27) e il Borussia Dortmund hanno concordato il trasferimento del calciatore in vista della nuova stagione 2016/17. Il difensore, cresciuto e formatosi a Monaco nelle giovanili del Bayern, dopo le visite mediche di rito a Monaco di Baviera, firmerà con la squadra più titolata di Germania un contratto di cinque anni fino al 30 giugno 2021

LE PAROLE DI RUMENIGGE – “Siamo lieti che Mats Hummels abbia optato per il Bayern Monaco. Mats è uno dei migliori difensori centrali del mondo, con lui possiamo aumentare ulteriormente la qualità della nostra squadra.”

SHARE