SHARE

dembelé

Quando sei nato nel 1997, hai solo 19 anni e mezza Europa farebbe follie per te non è di certo facile gestire la pressione mediatica e non solo. A quanto pare però Ousmane Dembelè sembra aver imparato presto a trattare con i più grani esponenti del calcio, visto che le sue incredibili prestazioni hanno attirato l’attenzione di chiunque. Infatti già da qualche settimana, se non da mesi, è iniziata una vera e propria asta da parte dei principali club del Vecchio Continente pronti ad accaparrarsi le prestazioni del numero 23 del Rennes. Una delle società maggiormente interessate e pronte a spendere considerevoli cifre è il Leicester City, la squadra probabilmente più chiacchierata e famosa del momento, che ha coronato l’incredibile sogno di vincere la Premier League contro qualsiasi pronostico.

Proprio le Foxes sono quindi intenzionate prima di tutto a non svendere i propri prezzi pregiati e poi a guardare sul mercato in modo da accaparrarsi altri fenomeni da far esplodere. Ranieri, tecnico della rosa inglese, ha quindi individuato in Dembele il talento perfetto: giovane e già capace di dimostrare molto, in modo che il club faccia un investimento importante ma duraturo nel tempo. Peccato però che il giovane Ousmane abbia altro in mente e secondo quanto riportato da goal.com il calciatore avrebbe avuto anche un colloquio telefonico con Mr. Ranieri: “Ho trascorso 6 anni meravigliosi al Rennes, tranne la scorsa estate, ma adesso le cose andranno diversamente. Mi sento molto orgoglioso di quello che sono riuscito a fare da quando sono qui ed anche in questa stagione. Ho sentito Claudio Ranieri al telefono ma gli ho detto che non voglio andare al Leicester. Non parla bene il francese”.

Infine Dembele ha dichiarato comunque di conoscere già quale sarà il suo futuro: si parla molto infatti della possibilità che il francese voli in Germania per accasarsi al Borussia Dortmund, dove troverebbe un ambiente giovane e fortissimo in cui continuare a crescere: “Lo so dove giocherò nella prossima stagione. La Francia? Mi sembra abbastanza difficile. Spero di poter giocare la Champions League”.

SHARE