SHARE

Lichtsteiner

Il vero valore di un guerriero si riconosce dalla sua prospettiva verso il futuro. Stephan Lichtsteiner, esterno destro della Juventus, ha le idee molto chiare, come riporta la Gazzetta dello Sport di questa mattina:”Penso di poter giocare ancora 3-­4 anni a questi livelli e la mia intenzione è rimanere alla Juventus. In bianconero sto benissimo, se la società mi vuole perché no?”. Nell’intervista si parla a 360 gradi del futuro della società e del rimpianto dello scorso anno in Champions League. Lo svizzero parlando del suo rammarico per la finale persa contro il Barcellona, non rinuncerebbe a nulla per vincere la coppa dalle grandi orecchie: “Bisogna vincere tutto, a questi livelli è solo una questione di dettagli. L’anno scorso il Barcellona ci era stato superiore, stavolta col Bayern siamo stati sfortunati. Però l’errore è stato a monte: se fossimo arrivati primi nel girone magari avremmo avuto un sorteggio più favorevole negli ottavi”.

Un Lichtsteiner sempre più leader e maturo, anche grazie al difficile periodo passato, per via di un’operazione al cuore: “Mi ha fatto capire che bisogna godersi ogni momento. Noi abbiamo la pressione e il dovere di vincere sempre, ma spesso ci perdiamo il piacere di andare in campo, non assaporiamo le piccole cose. Possiamo avere tutto, ma non dobbiamo mai dimenticare che le cose possono cambiare da un momento all’altro”. Nella sua madre patria ci sono tantissimi esempi da seguire, il più illustre è sicuramente Roger Federer. Il più grande tennista di sempre, è l’esempio vivente che non esiste età giusta per vincere. Federer ha vinto sette volte Wimbledon, Stephan invece non vuole essere da meno rilanciando la sfida: “Spero di vincerne anche di più e che anche lui non si fermi, nella Juventus farò come Federer. Certamente mi ispiro a lui”. Segno di rinnovate speranze e voglia di continuare ad ottenere i successi, la Juventus si gode il suo esterno. L’anno prossimo scadrà il suo contratto, chissà se il rinnovo sarà guadagnato proprio da queste sue promesse.

SHARE