SHARE

buffon-portiere-della-juventus

E’ tempo di rinnovi in casa Juve, la società bianconera ha deciso di blindare la propria porta prolungando il contratto di Gigi Buffon. Il capitano della Juventus quest’anno si è reso protagonista di una stagione spettacolare, vincendo nuovamente lo scudetto con la sua squadra e blindando la propria porta: sono solo 17 le reti subite dal portiere classe ’78 in 35 gare di campionato da lui disputate, mentre sono invece 9 i gol incassati in 8 match di Champions League. La coppa dalle grandi orecchie che manca da un po’ nella bacheca della Juventus, sfiorata nella scorsa annata in finale contro il Barcellona e che sarà il primo obiettivo di Buffon nella prossima stagione.

Il portierone di Carrara, che in questa stagione si è tolto un’altra soddisfazione, ovvero conquistare il nuovo record di imbattibilità in Serie A, superando l’ex rossonero Seba Rossi, pensa già al prossimo trofeo da conquistare: in programma il 21 maggio allo Stadio Olimpico di Roma c’è la finale di Coppa Italia contro il Milan di Cristian Brocchi e Buffon, insieme ai suoi compagni di squadra, sembra intenzionato a tornare a casa con la coppa tra le mani. Prima, però, il rinnovo con la sua Juventus. Oggi, in una conferenza stampa indetta solo per lui e Barzagli, in presenza di Andrea Agnelli, è arrivato il rinnovo per il portiere bianconero: firma sul contratto in scadenza nel 2017 e prolungamento di un anno, il suo ultimo da professionista, a 4 milioni netti. Per Buffon, acquistato dal Parma nel lontano 2001, sarà la stagione numero 17 nella famiglia bianconera. Anni caratterizzati da tante vittorie, da una stagione nell’inferno della Serie B, dalle difficoltà dopo il ritorno in A e da scudetti, tanti, oltre ai record conquistati. Chiuderà la sua lunga e avvincente carriera alla Juventus, Gigi Buffon, che ha compiuto 38 anni lo scorso gennaio.

Queste le parole del portiere bianconero: “Sono orgoglioso di questo ulteriore atto di fiducia della Juve nei miei confronti. Un giocatore riesce ad esprimersi a grandissimi livelli quando si lavora di gruppo. Mi auguro che la storia con la Juve si possa concludere con ulteriori vittorie e gratificazioni. Sono molto orgoglioso di condividere con un mio compagno qualcosa di così importante”.

SHARE