SHARE
Valerio Verre, Italia U21 - Fonte account Twitter ufficiale Italia
Valerio Verre, Italia U21 - Fonte account Twitter ufficiale Italia
Valerio Verre, Italia U21 - Fonte account Twitter ufficiale Italia
Valerio Verre, Italia U21 – Fonte account Twitter ufficiale Italia

In questo maggio stiamo assistendo, sempre di più, ad anticipati movimenti di calciomercato. Oltre a Dennis Praet, come riporta il Corriere dello Sport, i viola si stanno muovendo anche su Valerio Verre, classe 1994. Attualmente gioca in Serie B, nel Pescara, in prestito dall’Udinese e si tratta di un centrocampista dalle qualità innate.

Giocatore nato e cresciuto nella Roma, dopo aver fatto tutta la trafila delle giovanili, con grandissimo stupore e speranza da parte di tutti, ha esordito in prima squadra grazie a Luis Enrique. Valerio è un elemento di qualità a centrocampo. E’ un destro naturale ma più volte utilizza il piede sinistro. In primavera ha sempre avuto un ottimo feeling con il goal. E’ un giocatore davvero utile nella costruzione di gioco offensiva. Garantisce sempre un ottimo supporto in momenti di contropiede e attacco ed è veloce ed esperto nella fase di dribbling. Verre può giocare sia da esterno e sia da trequartista. Nel suo repertorio troviamo più volte la “veronica” e il doppio passo. E’ un giocatore d’inserimento, più volte si trasforma come attaccante aggiunto. Il suo idolo è De Rossi anche se non ricorda proprio il centrocampista della Roma, Verre infatti è meno fisico, meno deciso e più vicino all’area di rigore. La Fiorentina ha puntato gli occhi su di lui e Paulo Sousa potrebbe farlo giocare vicino a IličičIl suo inserimento potrebbe garantire più occasioni durante la partita, inoltre lo stesso Verre ha uno spiccato senso della posizione che gli garantisce più anticipi e più occasioni per tutta la squadra. Caratterialmente, per ora, non si può discutere. E’ sempre un leader in mezzo al campo ed in Primavera ha indossato moltissime volte la fascia di capitano. Avendo percorso tutta la trafila delle nazionali giovanili, non ci sorprenderemmo, in futuro, se venisse convocato nella nazionale maggiore. Attualmente la Fiorentina predispone di parecchi palleggiatori in mezzo al campo, il suo arrivo porterebbe ulteriori occasioni da sfruttare per Kalinic e gli altri attaccanti viola.

 

SHARE