SHARE

rafaelbenitez_1iwrvjrhf96f9103lz9llp44ox1

 

Il Newcastle è ad un passo dalla retrocessione. La squadra inglese, allenata da Rafa Benitez, si trova al terzultimo posto in classifica con 34 punti con il Sunderland a quota 35 con una partita in meno. All’ex tecnico di Napoli e Real Madrid servirebbe un vero e proprio miracolo: se questa sera gli uomini di Allardyce dovessero vincere contro l’Everton, i “Magpies” sarebbero già retrocessi matematicamente. Domenica scorsa il Newcastle ha sprecato una grandissima occasione pareggiando zero a zero contro l’Aston Villa già retrocesso, ma Rafa Benitez potrebbe gioire anche in caso di Championship. Secondo quanto riporta il ‘Daily Express’ Rafa Benitez potrebbe percepire 6.5 milioni a stagione se dovesse restare alla guida del Newcastle anche in caso di retrocessione nella serie inferiore. 2016 comunque da dimenticare per l’allenatore spagnolo: dopo l’esonero di Florentino Perez per i scarsi risultati in Liga con il Real Madrid, l’ex allenatore del Napoli ha cercato di rilanciarsi alla guida dei “Magpies” per tentare a tutti i costi la permanenza in Premier League. Benitez ha esordito sulla panchina del Newcastle nella sconfitta casalinga contro il Leicester e in nove partite ha collezionato 10 punti frutto di due vittorie, quattro pareggi e tre sconfitte. Durante la sua lunga carriera il tecnico spagnolo ha vinto una Champions League con il Liverpool nel 2005, mentre ha trionfato per ben due volte in Europa League con Valencia e Chelsea. Con l’Inter ha conquistato una Supercoppa italiana e un Mondiale per club, mentre alla guida del Napoli ha vinto una Coppa Italia e la seconda Supercoppa italiana. Non ha mai vinto la Premier League, ma con il club valenciano ha trionfato due volte in Liga (2001-2002, 2003-2004). Quei ricordi sembrano ormai sbiaditi, il presente di Rafa Benitez è tutt’altro che roseo. Questa sera il Newcastle tiferà Everton. Comunque andrà, l’allenatore spagnolo potrebbe scendere di categoria accettando un contratto milionario dalla dirigenza dei “Magpies”.

SHARE