SHARE

christian-abbiati

Christian Abbiati si ritira dal calcio giocato: il portiere del Milan darà l’ultimo saluto al pubblico di San Siro da calciatore nel match contro la Roma che si svolgerà sabato sera e nel quale partirà da titolare.

Una notizia che ormai era nell’aria ha trovato fondamenta dopo mesi di speculazioni: Christian Abbiati, portiere del Milan, si ritirerà a fine stagione. Lo afferma lo stesso club con un messaggio pubblicato sul profilo ufficiale Twitter, spiegando come l’estremo difensore abbia deciso di dire basta dopo l’ultimo match di questo campionato.

Abbiati si vedrà premiato con l’ultima presenza: sarà lui infatti il portiere titolare contro la Roma, nell’ultimo impegno di campionato. Il portiere avrà così l’occasione di collezionare l’ultimo gettone ufficiale e di salutare il suo pubblico prima di appendere gli scarpini al chiodo. In Coppa Italia, ovviamente, dovrebbe tornare titolare il giovane Donnarumma. Pare che la decisione di proporre Abbiati titolare sia stata presa in sinergia dalla società e dal tecnico Cristian Brocchi, amico di vecchia data del quasi ex portiere rossonero.

Abbiati è irrimediabilmente legato al Milan dal punto di vista sportivo: acquistato nel 1998 dopo una militanza nel Monza, il portiere conquistò il posto da titolare nella stagione dello Scudetto 1998-1999 sotto la guida di Alberto Zaccheroni, spodestando il titolare Sebastiano Rossi. Una storia di alti e bassi quella con il Diavolo, con Abbiati che perde il posto da titolare nel 2002 in favore di Dida, venendo ceduto e riacquistato, per poi riprenderlo anni dopo e riperderlo nuovamente in luogo di Diego Lopez. In totale, in 15 stagioni con la maglia del Milan il portiere ha collezionato 380 presenze ufficiali subendo 375 reti e vincendo 3 campionati, una Coppa Italia, due Supercoppa Italiana, una Champions League e una Supercoppa UEFA. Abbiati ha vestito però anche le maglie di Atletico Madrid, Torino e Juventus, oltre che quelle della Nazionale maggiore e dell’Under 21, con la quale ha vinto l’Europeo di categoria nel 2000.

SHARE